Recensione Libro “Non volare via”

Ogni cosa si può mettere in ordine, i numeri come le lettere, le parole come i nomi. Ordinare significa selezionare, decidere, ma anche scegliere.
Recensione Libro “Non volare via”

Prezzo: € 9,90

Di cosa parla “Non volare via” di Sara Rattaro

Cosa accade quando scopri che il figlio appena nato, che hai tra le braccia, non sente i rumori? D’improvviso il mondo va in frantumi e non sai cosa fare. Questo accade ai genitori di Matteo nel libro “Non volare via” della scrittrice Sara Rattaro.

Matteo è un bambino che non può sentire i rumori, né alcun suono e per questo la sua crescita è difficile, pericolosa, da gestire diversamente. Trascorre i primi anni della sua vita tra medici e logopedisti, ma chi sembra aiutarlo di più negli anni difficili è sua sorella Alice, che lo ama per quello che è e gli insegna tutto quello che sa.

I suoi genitori, dopo il primo momento di sconforto, riescono a trovare il modo per farlo diventare un bambino sereno, ma qualcosa rompe l’equilibrio all’interno di questa famiglia. La madre Sandra, che ha sempre tenuto tutto sotto controllo e non ha mai sbagliato in niente, non si rende conto di ciò che le avviene intorno, troppo presa dal problema del figlio. Alberto, il padre, per caso incontra la fidanzata delle superiori che gli ha spezzato il cuore e inizia a vivere una relazione clandestina con lei.

Il piccolo protagonista del libro “Non volare via” con una semplice frase mostra che nonostante il silenzio in cui è costretto a muoversi, ha capito prima di tutti ciò che stava accadendo nella sua famiglia.

Non è facile gestire tutto quando hai dedicato ogni istante del tuo tempo a tuo figlio per rendergli ogni cosa più semplice, sembra quasi giustificato prendersi una pausa dalle proprie responsabilità, ma quando l’amore per la propria famiglia è più importante del resto, diventa complicato non tornare sui propri passi.

Matteo, Alice, Sandra e Alberto riescono a esistere perché sono uniti, senza non potrebbero andare avanti e combattono per restare saldi, perché a volte non è così naturale, ci vogliono regole, pazienza, affetto e soprattutto è necessario perdonare.

“Non volare via” di Sara Rattaro è un libro intenso, dove si sta dalla parte dei protagonisti, perché dopo poche pagine il lettore si sente parte integrante di quella famiglia.

La scrittrice ha trovato il modo per smuovere le corde giuste dell’anima e mostrare quanto sia crudele a volte la realtà, ma quanto le difficoltà ci rendano spesso migliori.

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!