Recensione Libro Olga di carta Il viaggio straordinario

Ripensò al viaggio, ai pericoli, agli incontri, alle prove e mai come in quel momento le fu più chiara la decisione da prendere.
Recensione Libro Olga di carta Il viaggio straordinario

Prezzo: € 14,90

Di cosa parla Olga di carta Il viaggio straordinario di Elisabetta Gnone

È il percorso più che la meta ciò che rende un viaggio fantastico, è questo ciò che capisce la protagonista di Olga di carta Il viaggio straordinario, romanzo per bambini, ma da cui gli adulti impareranno molto, scritto da Elisabetta Gnone.

A narrare con trasporto la storia di Olga di carta è Olga Papel, una bambina che sembra aver vissuto avventure fantastiche le cui vicende ama condividere con i tanti ascoltatori appassionati dei suoi racconti.

Olga la narratrice è una bambina minuta che incanta con le sue storie che lei dice di aver vissuto in prima persona, ma molti non credono questa sia la verità, anche se c’è chi in fondo ci spera.

Le storie di cui parla Olga sono straordinarie, popolate di personaggi bizzarri, burberi, fuori dagli schemi, quelli tipici delle favole, che con il loro atteggiamento e le frasi sagge danno una visione del mondo che prima sconvolge e poi fa comprendere la verità che nasconde.

Ed ecco che pian piano prende vita il racconto del viaggio di Olga di carta, una bambina alla ricerca di normalità: vuole che il suo corpo di carta venga trasformato in uno fatto di carne e ossa come tutti gli altri. Olga è alla ricerca di normalità non sapendo ancora quanto invece sia l’unicità a rendere speciali.

Non è facile per lei essere alla mercé delle intemperie, aver paura di tutto a causa di quel corpo di carta che la rende fragile. Olga di carta non desidera altro che essere come tutti i bambini.

Durante il suo viaggio alla ricerca della maga che spera le cambierà la vita compiendo la trasformazione, incontra un venditore di tracce che indica la strada, un tasso che parla, un bambino nero che riporta al mittente ciò che si è perso grazie a una mongolfiera, un orso che deve ancora scovare la sua strada nell’immenso mondo del circo e si ritrova a fare il sarto.

Insomma Olga di carta incontra persone che l’accolgono, altre che le danno buoni consigli e altri ancora che le aprono gli occhi facendole capire cos’è ciò che conta davvero.

Olga la narratrice decide di raccontare questa storia quando si accorge che uno dei suoi migliori amici, Bruco, è intristito per la sua situazione. Bruno, detto Bruco, è un bambino insicuro e fragile, che i bulli della zona prendono continuamente in giro e Olga, attraverso la sua storia vuole forse fargli trovare la fiducia persa e mostrargli la sua bellezza, quella che lui non vede in sé.

Perché nella storia di Olga di carta sono presenti insegnamenti fondamentali per i bambini e per i grandi che capiranno, come Bruco e tutti gli ascoltatori di quest’avventura, quanto sia importante credere in se stessi, non avere paura di essere ciò che si è, tendere al raggiungimento dei sogni e scoprire quanto le differenze possano unire e non dividere.

Non si sa, alla fine, se Olga Papel abbia vissuto davvero la storia che ha raccontato, non si sa se quell’Olga di carta di cui parla sia lei, ma si capisce quando la magia possa illuminare il cammino.

Questo libro mi ha ricordato molto Il meraviglioso mago di Oz per il mondo incantato che attraversa Dorothy insieme ai suoi amici e a tutto ciò che i protagonisti del romanzo di Frank Baum alla fine capiranno, affrontando le proprie paure e ciò che credevano fossero dei limiti.

Olga di carta Il viaggio straordinario è un libro che come i grandi classici della letteratura per ragazzi lascerà il segno nei giovani lettori, che potranno trovare vari significati tra queste splendide pagine e scoprire quanto sia bello essere se stessi.

Lettura consigliata ai bambini dai 10 anni in su, ma anche agli adulti che non credono nelle favole e a quelli che sperano che la magia illumini la propria mente.

La scrittrice Elisabetta Gnone, per chi non lo sapesse, è la creatrice della trilogia fantasy Fairy Oak, il cui primo libro s’intitola Il segreto delle gemelle.

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!