Recensione Libro Passeggeri notturni

La morte non è niente. Io sono solo andato nella stanza accanto.
Recensione Libro Passeggeri notturni

Prezzo: € 12,50

Di cosa parla Passeggeri notturni di Gianrico Carofiglio

I lettori italiani hanno amato l’avvocato Guerrieri protagonista dei libri di Gianrico Carofiglio, ma con Passeggeri notturni lo scrittore barese si orienta su un genere completamente differente da quelli a cui ci aveva abituato.

In questo piccolo libro pubblicato dalla casa editrice Einaudi, troviamo tanti brevi racconti di due o tre pagine in cui Carofiglio, attraverso poche battute, delinea situazioni più o meno reali che riportano con la mente il lettore a cose vissute o sentite.

A farla da padrone in Passeggeri notturni è la memoria che richiama cose dal passato perché queste non vengano dimenticate. Non c’è un reale filo conduttore che faccia da pseudo trama al libro, è come se avessimo a che fare con sketch che possono far ridere o riflettere nello spazio brevissimo di qualche pagina.

Questo libro è da portare in giro, da leggere nella metro, alle fermate degli autobus, durante spostamenti brevi perché non richiede particolare concentrazione, tutto inizia e finisce velocemente lasciandoci il suo messaggio fugace riconducibile alla quotidianità.

33 racconti, poco più di 100 pagine e una scrittura poco arzigogolata e molto diretta fanno di questo nuovo libro di Gianrico Carofiglio, una raccolta interessante, nonostante questo genere non sia apprezzatissimo dai lettori.

Lo scrittore di legal thriller italiano con Passeggeri Notturni si distacca totalmente dall’amatissimo libro Le perfezioni provvisorie, ma i lettori suoi fan non si sentono traditi da questa scelta e anzi sembrano aver valutato positivamente questa raccolta di racconti, che molti trovano sagace e intelligente, poiché ha fuso attimi di tensione emotiva all’ironia.

E poi troviamo sparsi qua e là nelle storie frasi sagge ed efficaci, alcune delle quali vengono da molto lontano, altre invece frutto della penna di Gianrico Carofiglio, che anche in questo caso riesce a esprimere il suo pensiero con disinvoltura e istantaneità, quasi le storie fossero mostrate attraverso scatti fotografici che ritraggono uno specifico momento significativo del nostro tempo.

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!