Recensione Libro “Pensieri minimi e massime”

La follia della disperazione porta alla divisione, alla distruzione e alla guerra; la speranza alla gioia, alla concordia e alla pace.
Recensione Libro “Pensieri minimi e massime”

Prezzo: € 7,60

Di cosa parla “Pensieri minimi e massime” di Emanuele Marcuccio

Lo scrittore emergente Emanuele Marcuccio dopo aver già pubblicato una raccolta di poesie dal titolo “Per una strada” torna con un’altra opera “Pensieri minimi e massime”, libro edito da Photocity Edizioni.
Quest’opera è una raccolta di aforismi, la cui prefazione è a cura di Luciano Domenighini mentre la postfazione è di Lorenzo Spurio.

“Pensieri minimi e massime” è un libro che raccoglie pensieri, che analizza sentimenti, emozioni, che fa riflettere sul mondo, su tutto ciò che ci circonda, la letteratura, la musica, l’arte, la religione.

Lo scrittore Emanuele Marcuccio non riporta queste frasi con un intento filosofico, anzi al contrario sembra che le sue parole fluiscano per dare senso semplicemente a dei pensieri fino a un attimo prima rinchiusi nella sua mente.

Scrivendo i suoi aforismi Marcuccio non fa altro che dare la libertà ai suoi pensieri che possono essere ascoltati e condivisi da chi gli è accanto o legge il suo libro “Pensieri minimi e massime”.

Le sue frasi spesso sono brevi e in quelle poche righe riesce a esprimere l’austerità dei sentimenti in maniera diretta, così come lui stesso li percepisce.

“Pensieri minimi e massime” di Emanuele Marcuccio è un libro poetico, da leggere per comprendere un punto di vista diverso dal proprio che forse può assomigliare in qualche aspetto al nostro o può far riflettere per meglio comprendere il nostro pensiero.