Recensione Libro “Per una strada”

Eterno, invitto sogno/mai destarsi/oblio del mondo/carezza il cor con sospiri desiati/sorge, e mai morrà.
Recensione Libro “Per una strada”

Prezzo: € 12,00

Di cosa parla “Per una strada” di Emanuele Marcuccio

Le poesie raccolte nel libro“Per una strada” di Emanuele Marcuccio hanno un sapore antico e ci riportano, inevitabilmente, ai versi di Giacomo Leopardi.
Leggendo le poesie si ha la sensazione che lo scrittore abbia un legame intenso con il passato e che sia un conoscitore dei grandi poeti dell’Ottocento.

Nel libro “Per una strada” Emanuele Marcuccio tocca svariati temi, non solo quelli romantici legati al sentimento dell’amore, ma anche più complessi dal punto di vista sociale, come l’inquinamento, la scuola, l’arte, la musica.

In ogni poesia c’è un significato abbastanza esplicito che l’autore mette in risalto, ma i versi si possono leggere partendo da punti di vista diversi e dargli quindi vari tipi di interpretazioni.

Emanuele Marcuccio parte sempre da una sensazione intimista che sopraggiunge dall’anima ma lascia comunque spazio libero all’immaginazione altrui. E’ come se il poeta desse dei segnali, lasciasse delle tracce per farsi seguire senza forzare il percorso.

Sfogliando il libro “Per una strada” si ha un’immagine abbastanza evidente che mostra la necessità da parte di Emanuele Marcuccio di esprimere il suo mondo, di dare sfogo al suo ingegno, al suo estro e ai suoi sentimenti. Le poesie sembrano una via di fuga, una necessità, un modo per entrare in contatto diretto con la realtà interiore.

In questa raccolta di Marcuccio ci sono ben 109 poesie scritte tra il 1990 e il 2006 che mettono insieme frammenti di sensazioni, idee, coinvolgimenti, sconforti che danno vita ad un percorso: la via su cui si è incamminato lo scrittore…“Per una strada”.

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!