Recensione Libro Perdutamente

Ridere, dunque. Ma non sempre. E non di tutto. È lì la vera arte.
Recensione Libro Perdutamente

Prezzo: € 12,00

Di cosa parla Perdutamente di Flavio Pagano

Ci sono libri che non raggiungono il successo meritato, ma vengono un po’ trascurati dalle classifiche di vendita, è questo il caso di Perdutamente di Flavio Pagano.

Questo romanzo ambientato in una Napoli caotica ma affascinante e dalle rare qualità, racconta di una famiglia sgangherata, pur avendo un ottimo potenziale per essere migliore. In questa famiglia convivono persone troppo diverse tra loro, ma legate da forti sentimenti.

Perdutamente racconta la storia di una donna che colpita dall’Alzheimer condiziona i suoi figli e gli altri parenti a una vita di dispiaceri e dolore, ma anche di ironia. Tutto appare confuso nella mente di quest’anziana, che fino a qualche anno prima era la colonna portante della famiglia e che ora, nonostante tutto, riesce comunque a far ruotare ogni cosa intorno a sé, dando forza a chi le sta attorno.

Il libro, basato su una storia vera, però nasconde anche un piccolo mistero da scoprire. Nelle prime pagine del romanzo, infatti, l’anziana viene ritrovata nella stazione di Napoli, senza ovviamente ricordare nulla, in procinto di partire. Nasconde nella tasca una lettera, che contiene una verità ancora taciuta.

Attraverso il romanzo Perdutamente, Flavio Pagano ci racconta di una società difficile da gestire, in cui anche vivere ciò che gli spetta di diritto appare un’utopia e in cui vigono le regole della follia. Ma nel libro viene raccontata anche la storia di persone anziane che perdono l’orientamento nella propria vita e non sono aiutate dagli organi competenti; questo disinteresse crea disagi alle famiglie che se ne prendono cura.

Flavio Pagano nel romanzo ribalta, come avviene spesso in natura, il ruolo di genitori-figli, mostrando come a una certa età siano i figli ad aiutare i genitori.

Perdutamente è un libro che lascia spiazzati per certi passaggi in cui si mettono in evidenza le incapacità dello Stato di essere presente, ma lo scrittore, utilizzando un’ironia sottile e una scrittura veloce e divertente, riesce a mostrare l’altro lato della medaglia e a farci legare ai protagonisti di questa commedia.

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!