Recensione Libro Quattro etti d’amore, grazie

Chiara Gamberale ci racconta di donne che indagano nella loro vita, ma con ironia.
Recensione Libro Quattro etti d’amore, grazie

Prezzo: € 12,00

Di cosa Quattro etti d’amore, grazie di Chiara Gamberale

Nel libro di Chiara Gamberale Quattro etti d’amore, grazie s’intrecciano le esistenze di due donne Erica e Tea. Loro due non si conoscono, ma in qualche modo l’una sogna di avere la vita dell’altra.

Erica ha una vita stabile, un marito, due figli, una madre di cui prendersi cura e un lavoro in banca. Tea invece è un’attrice di una serie tv e ha un marito che, come il suo passato, le appare complesso.

Le due donne protagoniste del libro Quattro etti d’amore, grazie sono molto diverse e si osservano mentre fanno la spesa nello stesso supermercato. Erica guardando il carrello di Tea sogna la sua libertà, e si perde in una vita priva di responsabilità in cui non esiste qualcosa di proibito.

Tea, invece, guardando Erica coglie nel suo modo abitudinario di muoversi e fare le cose un senso di pace che lei non pensa di avere.

Così le due donne trascorrono i minuti dedicati alla spesa per osservarsi, fantasticare e proiettarsi nella vita dell’altra. Attraverso questo gioco, però, le donne vanno al di là dell’apparenza e lentamente vanno a fondo nella propria quotidianità per scoprirne le fragilità.

Sarà guardandosi dentro che le due donne di Quattro etti d’amore, grazie comprenderanno che la loro vita è segnata dalle scelte fatte da loro e non dallo zampino del destino.

Chiara Gamberale, con una scrittura semplice, coinvolgente e divertente, coglie la sensibilità delle due donne, che, attraverso la messa in discussione, riescono a cercare una strada alternativa e non a mettere in atto la loro fuga.

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!