Recensione Libro Red

Non avere paura, gli pseudo-scienziati maniaci di esoterismo e i meschini fanatici di misteri non hanno mai morso nessuno.
Recensione Libro Red

Prezzo: € 11,00

Di cosa parla Red di Kerstin Gier

Mea culpa se non avevo ancora letto Red di Kerstin Gier, un urban fantasy che da quando è uscito in Italia, nel 2011, pubblicato dalla casa editrice Corbaccio e poi in versione economica da Tea, ha riscosso enorme successo.

Red è il primo capitolo della Trilogia delle gemme che ha venduto più di 1 milione di copie in tutta Europa. In Italia ne ha vendute più di 130.000, un numero molto alto, considerando l’esiguità dei lettori italiani rispetto a molti altri Paesi europei.

La Trilogia delle gemme come molti Young Adult di questi anni sono libri ben scritti, scorrevoli, veloci, ironici e appassionanti, tanto che seppur pensato per un pubblico prettamente giovane, è piaciuto anche agli adulti.

La protagonista di Red e dei successivi Blue e Green, si chiama Gwendolyn, chiamata Gwen, un’adolescente di sedici anni. La sua vita è un po’ diversa da quella delle sue coetanee, non solo perché vede i fantasmi, ma perché nella sua famiglia ci sono persone che hanno la capacità di viaggiare nel tempo grazie a un gene.
Questo dono si tramanda di generazione in generazione solo per parte femminile e a essere stata scelta dal destino per il viaggio nel tempo, in base alla data di nascita, è la cugina Charlotte.

Le prime avvisaglie che il gene stia facendo effetto ci sono e tutti a casa di Gwendolyn sono eccitati: aspettano questo momento da tanto. Quelli che dovevano però essere i sintomi della prescelta perdono efficacia, poiché Charlotte continua a essere presente in mezzo ai parenti senza partire per il suo viaggio nel tempo.

E proprio mentre tutti attendono il grande evento, è Gwen a essere sbalzata in un’altra epoca per ritornare poco dopo nel tempo presente. Nonostante i suoi viaggi si ripetano per ben tre volte nell’arco di poco tempo, Gwen non vuole dirlo a casa, ha paura di non essere creduta e si confida solo con l’amica, che si appassiona a quella che per chiunque sano di mente apparirebbe come una follia.

La ragazza capisce di doverlo confessare alla madre per salvarsi la pelle, non essendo preparata, a differenza della cugina, a quei salti nel tempo.

La famiglia le spiegherà lentamente ciò che sta accadendo e cosa significhi tutto ciò a cui è destinata: il suo simbolo è il rubino e lei è la dodicesima viaggiatrice nel tempo e come gli altri prescelti ha bisogno del Cronografo, una tecnologia che permette di gestire i salti temporali da un luogo a un altro, in modo che chi si trovi in un’altra epoca non rischi la vita trovandosi catapultato chissà dove.

Durante i viaggi con lei ci sarà un giovane pieno di sé, ma anche affascinante, che accompagnerà Gwen: Gideon, discendente di un’altra famiglia che come la sua possiede il gene, ma che si tramanda solo tra gli uomini.

Insieme grazie al Cronografo intraprenderanno vari viaggi ritrovandosi in epoche molto diverse, in luoghi pericolosi e altri bellissimi. Nel primo viaggio compiuto assieme i due ragazzi incontreranno il Conte di Saint Germain, fondatore della loggia dei Guardiani, che difende il segreto dei viaggiatori.

Ma questa è solo una parte della trama di Red che non può essere totalmente svelata, altrimenti toglieremmo l’affascinante mistero che aleggia su tutta la storia di Kierstin Gier.

Vi anticipiamo solo che il bel Gideon, che inizialmente di sicuro vi susciterà antipatia, come accade a Gwen, con il proseguo della storia, assumerà un aspetto più interessante, attraendo sempre più la nostra protagonista.

Alla fine di Red sarete totalmente rapiti dalle vicende di Gwen e non vedrete l’ora di leggere il successivo capitolo intitolato Blue.

Red è un fantasy avvincente, la cui trama della storia è ben intessuta, tanto da coinvolgere fino all’ultimo il lettore. I personaggi sono tutti essenziali e ben descritti, così come gli ambienti. E poi il viaggio nel tempo da sempre ha una certa attrattiva sugli essere umani e la Gier è stata davvero brava a inventare la Trilogia delle gemme.

Se avete amato questa trilogia è consigliata anche La trilogia dei sogni di Kierstin Gier.

 

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!