Recensione Libro “S.O.S. Amore”

E' forse chiedere troppo desiderare un uomo decente? Non sto parlando di un neurochirurgo esageratamente bello..., mi accontenterei di uno che quando dice ti chiamo lo faccia entro l'anno..che non sia sposato, che non sia alcolista, ladro, bipolare o bugiardo patologico.
Recensione Libro “S.O.S. Amore”

Prezzo: € 14,90

Di cosa parla “S.O.S. Amore” di Federica Bosco

L’amore facile non fa per lei. Chiara, protagonista del libro “S.O.S. Amore” di Federica Bosco, è poco più che trentenne e desidera ardentemente una persona, un uomo sposato che le promette l’impossibile, momenti da favola, ma poi la vede di nascosto, in luoghi distanti, per non farsi scoprire.

E’ l’amante del suo capo, è la sua segretaria, risolve tutti i suoi problemi, gli sta vicino, è paziente, ma è costretta a vivere in maniera repressa i suoi sentimenti, tanto che per risolvere le sue continue crisi e la frustrazione di non essere voluta, va tutte le settimane da un analista, che diventa il suo migliore amico.

L’amante non solo sembra non abbia realmente intenzione di lasciare la moglie per iniziare una storia normale con Chiara, ma sembra addirittura tradirla con altre donne. Chiara, però, sa perdonare, e continua a farlo, non perde mai le staffe, continua ad essere speranzosa e positiva, ai limiti del credibile.

Con l’autostima sotto i piedi, credendo di non meritare l’amore, per il modo in cui lei stessa ammette di essere, si accontenta, sin dall’adolescenza, di storie parziali e sempre disastrose con tipi che non la rispettano e che se ne approfittano.

Oltre ai suoi guai sentimentali, si imbatte in strane situazioni. La sorella con cui condivide la casa, è il suo opposto, è cinica, sempre in guerra con tutti, spesso acida, e cade in depressione dopo aver lasciato il fidanzato – uomo perfetto che la sopporta e l’adora – perchè non vuole seguirlo in Sardegna, dove abita, diventando ancora più insopportabile.

La mamma è un personaggio ambiguo, che non ha peli sulla lingua e finge di avere attacchi di panico sapendo che è il modo migliore per non far allontanare le due figlie da lei. Mentre il padre le ha abbandonate da piccole per amori clandestini e attività imprenditoriali a Cuba.

Chiara, nonostante tutto, continua a voler bene a chiunque, a giustificare, a cercare il meglio nelle persone. E proprio il giorno in cui ha scoperto di essere stata tradita, incontra un ragazzo d’oro che è stato appena mollato dalla fidanzata. Tra i due nasce una grande amicizia, lei decide di ospitarlo a casa sua e diventano inseparabili.

Intanto Chiara prosegue la sua terapia, inventa storie, racconta bugie a chiunque, persino al suo analista, pur di non ammettere la verità e per giustificare il suo comportamento, ma solo quando, allo strenuo delle forze, stanca oramai di tutto, arresa alle sue debolezze, si sfoga contro il mondo, riesce ad acquistare consapevolezza e non si sottomette più a nessuno. Caccia fuori il carattere e così può affrontare chiunque, senza dover subire l’umiliazione.

Dalla consapevolezza nasce la sua determinazione a non tralasciare nulla di se stessa per non lasciarsi più sfuggire l’amore vero, quello che fa stare bene, e non si desidera perchè malato, ma perché rende felici.

Federica Bosco ci racconta una nuova storia che con sarcasmo, dolcezza e fantasia, mostra ancora una volta il lato romantico e spietato dell’amore.

“S.O.S. Amore” è un libro sulle donne che amano e giustificano qualsiasi atteggiamento, che rincorrono l’uomo sbagliato, perché pensano che i sentimenti siano più forti quando vengono fuori dal dolore, ma poi si guardano bene intorno e capiscono cosa desiderano realmente…un amore vero.

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!