Recensione Libro Scrivere è un mestiere pericoloso

La carta pesa. Chiunque si sia mai trovata a maneggiarla lo sa. La faccenda del peso specifico varrà anche per la carta bianca, la carta intonsa, ma il fatto è che la carta ha questa proprietà tutta sua, questa reattività chimico-emotiva per cui appena ci scrivi qualcosa sopra il suo peso cambia.
Recensione Libro Scrivere è un mestiere pericoloso

Prezzo: € 16,40

Di cosa parla Scrivere è un mestiere pericoloso di Alice Basso

Il libro Scrivere è un mestiere pericoloso di Alice Basso, pubblicato dalla casa editrice Garzanti, è stato compagno delle mie notti insonni con la sua storia travolgente, che mi ha coinvolto più del precedente romanzo L’imprevedibile piano della scrittrice senza nome e che mi ha ricordato anche le vicende narrate da Alessia Gazzola.

Scrivere è un mestiere pericoloso è uno di quei libri da leggere sicuramente sotto l’ombrellone d’estate perché è frizzante e scorre velocemente, ma è consigliato un po’ in tutte le stagioni, perché la storia della protagonista fuori dagli schemi trascina e appassiona fino all’ultima pagina.

Quella che potrebbe apparire come una trama semplice e lineare, confonde le idee dopo le prime battute, perché si viene catapultati in un’indagine intrigante.

Vani è una Ghostwriter, una di quelle figure essenziali all’interno di una casa editrice che però deve rimanere in penombra, se non del tutto nascosta, perché trascrive e riscrive i pensieri di personaggi famosi che non sono del tutto capaci di esprimere al meglio le loro storie.

Vani è scaltra, non si tiene mai nulla per sé e non ha paura di mostrarsi per quella che è realmente, ma soprattutto questa giovane ragazza intraprendente riesce con un solo sguardo a cogliere dettagli essenziali della persona che ha di fronte. Per questo è brava nel suo mestiere ed è per lo stesso motivo che il commissario Berganza decide di assumerla come consulente per farsi aiutare a risolvere le indagini.

Alla protagonista del romanzo Scrivere è un mestiere pericoloso viene assegnato un lavoro delicato, che non rientra molto nelle sue corde: scrivere un ricettario di una cuoca anziana partendo dai suoi ricordi e dagli aneddoti vissuti all’interno della casa di personaggi facoltosi di Torino.

I problemi sono due: Vani non sa cucinare neanche una frittata e la donna che ha di fronte, essendo anziana, non è affidabile fino in fondo per le storie che racconta. Ciò che stupisce e ribalta la trama del libro è che durante gli incontri che Vani tiene con l’anziana per raccogliere informazioni, la donna rivela di aver commesso un delitto all’interno delle mura in cui lavorava.

Mille dubbi assalgono Vani che ritiene sincere le parole dell’anziana, ma in fondo non crede possa essere stata veramente lei a uccidere, qualcosa non torna, mancano dettagli essenziali e la vicenda si complica giorno dopo giorno.

A questo punto della storia diventa essenziale la figura del commissario Berganza, uomo poliedrico, inafferrabile e affascinante, che non solo aiuterà Vani a scoprire i piaceri della cucina, ma che sarà al suo fianco per capire la verità su un delitto che sembrava risolto da anni.

Ciò che si trova a vivere Vani è una storia talmente assurda da ricordarle le trame di certi gialli i cui colpevoli si rivelano solo alla fine scandagliando ogni indizio e osservando anche i minimi particolari degli eventi.

Tra citazioni di romanzi imperdibili, canzoni che lasciano il segno e incontri inaspettati che possono togliere l’equilibrio raggiunto con tanta fatica, Scrivere è un mestiere pericoloso diventa un libro godibile, da cui è davvero difficile staccarsi.

Questo secondo romanzo di Alice Basso mostra le doti narrative della giovane autrice milanese che conquista con i suoi racconti, che tiene alta l’attenzione con indagini complicate, ma i cui risvolti sono alla portata di tutti.

Alice Basso nel romanzo Scrivere è un mestiere pericoloso sa fondere perfettamente la narrativa pop, concedetemi il termine, con aspetti essenziali che interessano i gialli più travolgenti.

Siamo certi che questa nuova avventura di Vani piacerà soprattutto a chi ama le storie in cui i libri sono in qualche modo protagonisti e i personaggi talmente ben descritti da diventare familiari.

Scrivere è un mestiere pericoloso di Alice Basso è un libro da leggere!

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!