Recensione Libro “Senza perdono”

La vita proseguiva, ammesso che ciò che gli era rimasto potesse essere definito vita.
Recensione Libro “Senza perdono”

Prezzo: € 16,40

Di cosa parla “Senza perdono” di Sabine Thiesler

“Senza perdono” di Sabine Thiesler è un romanzo in cui si intrecciano molto bene le storie dei vari personaggi che popolano il libro. Indiscusso protagonista è Jonathan, un fotografo sposato con un’ex ballerina di danza classica, entrambi hanno raggiunto un ottimo successo professionale e hanno costruito insieme una vita felice con una figlia incantevole.

Un giorno arriva una tragica notizia, la loro figlia, Giselle, è morta investita da un’auto guidata da un ragazzo in stato di ebrezza. Da quel momento la vita di Jonathan e di sua moglie viene completamente distrutta, tanto che il dolore per la morte e la rabbia per una pena ingiusta inflitta al responsabile dell’incidente, li allontana.

Jonathan decide di andare via, giunge in Italia e qui prende in affitto un piccolo appartamento in campagna per rimettere a posto i pensieri lontano da tutto ciò che gli apparteneva. In questo luogo incontra una donna cieca e incantevole che lo coinvolge talmente da fargli decidere di rimanere lì il più a lungo possibile.

Un incontro casuale nel paese in cui Jonathan ha deciso di ricostruire la sua vita, lo metterà in contatto con il giudice che, dato il rapporto di amicizia con il padre dell’assassino e per lavarsi la coscienza, ha tirato fuori dai guai il ragazzo che ha ucciso Giselle.
Da questa fase del libro “Senza perdono” diventa un romanzo ricco di concatenazioni che condurranno il lettore a un finale inaspettato, in cui gli ambienti e i personaggi si mostrano ambigui, non perfettamente inquadrabili.

Leggendo il romanzo “Senza perdono” si ha l’impressione di trovarsi dinanzi ai documenti di un caso in cui vengono elencati tutti gli eventi che lo compongono. Privo di pareri o giudizi, il romanzo si presenta con i fatti, perché quello che conta per la scrittrice Sabine Thiesler è narrare una storia con i suoi risvolti coinvolgendo il lettore per gli eventi sorprendenti che riporta e non grazie alle parole.