Recensione Libro “Strade di uomini, donne e animali”

Le parole non le afferro, non sto lì ad origliare, ma il senso sì. I due non si volevano più bene.
Recensione Libro “Strade di uomini, donne e animali”

Prezzo: € 13,00

Di cosa parla “Strade di uomini, donne e animali” di Stefano di Stasio

“Strade di uomini, donne e animali” libro di Stefano di Stasio è una raccolta di dodici racconti anticipati da dodici scatti fotografici fatti dall’autore stesso che ci mostrano dei semplici spaccati della realtà. Quello che sembra trasparire da questo libro è l’importanza di narrare, di ritrarre dei momenti quotidiani e condividerli.

“Strade di uomini, donne e animali” è l’insieme di personaggi, di umori momentanei, di situazioni che si stanno svolgendo proprio in quell’attimo, di cui lo scrittore Stefano di Stasio ci rende partecipi. Ci si trova tra la gente, a fare la fila nelle poste, a sentire frammenti di discorsi politici, ad ascoltare memorie, racconti di guerra.

Il libro ritrae con poche parole, con storie brevi l’accaduto nel suo immediato, ce lo rimanda nella sua istantaneità e ai lettori sta la capacità di cogliere le sfumature che stanno dietro a certi gesti, ad alcune frasi.

“Strade di uomini, donne e animali” è fatto di personaggi comuni, molto differenti l’uno dall’altro e i racconti si svolgono in un tempo limitatissimo di narrazione, si aprono senza preamboli e si chiudono improvvisamente, lasciando, a volte, qualcosa di irrisolto. Ma è proprio a quel punto che deve entrare in scena la mente del lettore, la sua capacità di andare oltre e cogliere ciò che sente.

Perché spesso le storie si trovano alle spalle, non sono la facciata, quello che si può cogliere subito, di solito risiedono nelle espressioni, nel pensiero che viene taciuto, nel gesto che si sta per compiere.

Lo scrittore emergente Stefano di Stasio propone un libro semplice, immediato, scorrevole, che non è pretenzioso.

“Strade di uomini, donne e animali” è stato scritto come se l’autore avesse il desiderio di lasciare giusto poche briciole lungo il cammino che conducessero fino a un certo punto, poi da quel punto inizia l’incertezza e bisogna proseguire da soli. Dodici racconti che potrebbero far riflettere su quello che non è stato detto.

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!