Recensione Libro “Ti presto una storia”

Persone barcollanti come navi solitarie trasportano ciascuna la propria esistenza, caracollando fra la tristezza passeggera e la dolce irrequietezza che l’essere umano chiama amore.
Recensione Libro “Ti presto una storia”

Di cosa parla “Ti presto una storia” di Andrea Scurosu

“Ti presto una storia” di Andrea Scurosu è una raccolta di racconti che spaziano nella quotidianità, rendendo un tocco magico a qualsiasi oggetto o situazione di cui lo scrittore decide di parlare.

Il libro raccoglie spaccati di vita di persone, luoghi, momenti storici importanti, e tutto è osservato attraverso un altro punto di vista che qualche volta sembra essere fantasioso.

Nel primo racconto del libro “Ti presto una storia” il protagonista è il Dio Pallone. Un bambino si lascia andare ai suoi giochi, che sono per lui una manifestazione di libertà. Il pallone con cui si diverte diventa una divinità. Un giorno il pallone subisce un incidente, sopravvissuto a un tram, viene però investito e schiacciato da una Cinquecento e il bambino dispiaciuto per la perdita decide di fargli un funerale.

In alcune storie raccontate nel libro “Ti presto una storia” sembra di trovarsi quasi davanti al teatro dell’assurdo: personaggi strampalati si trovano in situazioni fuori dal comune che loro stessi si creano o sono costretti a subire, e al lettore sembra di ascoltare vicende senza senso. Poi invece ci si rende conto che il significato alle storie glielo danno proprio i personaggi con i loro punti di vista e modi di reagire.

“Ti presto una storia” di Andrea Scurosu è un libro veloce, in cui le brevi storie spaziano da un argomento a un altro in modo spumeggiante.