Trama libro Indignazione

Trama Uno studente americano decide di frequentare il College lontano da casa. Quali sono i motivi che lo spingono a scappare?
Trama libro Indignazione

Prezzo: € 17,50

Di cosa parla Indignazione di Philip Roth

Philip Roth nel libro Indignazione, pubblicato dalla casa editrice Einaudi, ci presenta una nuova storia dai risvolti interessanti. Ci troviamo in America nel 1951, mentre in Corea si combatte la guerra.
Un giovane ragazzo, Marcus, del New Jersey, intanto sta iniziando il suo secondo anno all’università dell’Ohio.

Tanti chilometri separano la sua città da quella in cui frequenta il College. Per questo la domanda è d’obbligo. Perché Marcus ha deciso di mettere così tanta distanza tra sé e la sua famiglia? Perché non frequentare l’università della città di provenienza a cui inizialmente si era addirittura iscritto?

Ecco la risposta. Suo padre, che di mestiere fa il macellaio, sembra che improvvisamente abbia perso la testa. Ha paura per il figlio, teme che il giovane si possa mettere in pericolo, che gli possa accadere qualcosa di orrendo, ha paura che l’esistenza del suo amato figlio possa essere messa a dura prova dai rischi della vita adulta a cui inevitabilmente sta andando incontro crescendo.

I presupposti sembrano essere quelli giusti, è normale che un padre si preoccupi per il proprio figlio e sia apprensivo nei suoi riguardi, ma Marcus inizia a provare una rabbia crescente verso di lui e pur di non dover sottostare alla mentalità ristretta del padre, decide che è arrivato il momento di separarsi dai suoi genitori.

Ma le giornate lontano da casa sembrano più difficili del previsto e Marcus si trova a doversi dividere tra le sue vecchie abitudini e quelle di una nuova realtà americana che è fatta di repressioni e conflittualità. Questo è parte della trama del libro Indignazione di Philip Roth, un romanzo che come la maggior parte dei suoi scritti fa molto discutere critici e appassiona i lettori. Ma soprattutto un libro che pone i riflettori sul rapporto complicato tra genitori e figli.

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!