Di cosa parla “Il giardino segreto” di Frances Hodgson Burnett

“Il giardino segreto” scritto da Frances Hodgson Burnett nel 1909, è considerato uno dei suoi libri più conosciuti, nonostante inizialmente non sia stato accolto positivamente perché metteva in crisi l’idea tradizionale di educazione.

I due protagonisti de “Il giardino segreto” sono bambini un po’ bruttini, oltretutto malati e antipatici. Riescono a risolvere da soli i loro problemi, aiutandosi e vivendo all’aria aperta.

Mary è una bambina di dieci anni, i cui genitori, lei una donna bellissima ma superficiale, lui un uomo totalmente assente, muoiono di colera. Rimasta sola, Mary è cresciuta con la sua ayah, la bambinaia, e diventa una ragazzina viziata, insensibile e solitaria. In seguito è affidata a uno zio che vive in Inghilterra. Ad accoglierla c’è la governante Mrs Medlock che, trattandola freddamente, mette subito le cose in chiaro dicendole di non creare problemi.

Con il tempo Mary inizia ad ambientarsi e a conoscere i tanti piccoli segreti della famiglia, tra cui quello dello zio, che è diventato un uomo ancora più solitario da quando la moglie è morta nel suo giardino, ormai chiuso a chiave.

Ma Mary, con l’aiuto dell’amico pettirosso e del giardiniere, ritrova la chiave ed entra ne “Il giardino segreto”. Una notte Mary sente qualcuno piangere e scopre che in una stanza c’è un bambino. Colin, suo cugino, è rinchiuso dalla nascita in quella stanza perché paralizzato.

Tra i due bambini viziati nasce una bella amicizia, nonostante i momenti d’isteria di Colin, che sembra acquietarsi solo con l’aiuto di Mary. La bambina riesce a riportare Colin fuori da quella stanza. Il miracolo sembra compiersi quando il bambino, da sempre considerato paralizzato, incoraggiato da Mary inizia a camminare, dimostrando così che la malattia era la conseguenza della sua paura.

Il libro “Il giardino segreto” di Frances Hodgson Burnett è un insieme di buoni sentimenti, che evidenziano l’importanza dell’amicizia e della speranza. Dal romanzo sono stati tratti ben tre film, tra cui quello del 1993, diretto dalla regista polacca Agnieszka Holland. Inoltre, ispirandosi alla storia, è stata creata la serie animata giapponese dal titolo Mary e il giardino dei misteri.