Trama romanzo “Le cose che non ho detto”

Trama Quello che non si può raccontare è stato detto in questo libro. La storia di una donna, la storia di un popolo a Teheran.
Trama romanzo “Le cose che non ho detto”

Prezzo: € 19,50

Di cosa parla “Le cose che non ho detto” di Azar Nafisi

Azar Nafisi vuole fare ancora molto. Nel libro “Le cose che non ho detto” stila nel suo diario un elenco di cose segrete da fare: innamorarsi a Teheran, leggere Lolita a Teheran, guardare i Fratelli Marx a Teheran. Tutto quello che sembra non si possa fare. Non ha voglia di tacere, di lasciare da parte la storia che sta vivendo ed è per questo che si racconta.

Lo fa partendo dal ritratto di suo padre, che è stato sindaco nel periodo dello scià a Teheran e dalla descrizione della madre che è stata tra le prime donne ad entrare in Parlamento in Iran.

Non tralascia  nulla, ha bisogno di svelare ogni segreto e non ha vergogna di confessare neppure i tradimenti del padre, racconta di come è riuscita a sopravvivere al dolore inventandosi una realtà fantastica per superere il mondo che era costretta a vivere.

Ma soprattutto quello che sembra voglia uscire dalla penna della scrittrice è un significato molto importante. Lei ci vuole mostrare come le dittature alla fine, siano una riproduzione in grande di un sistema più piccolo: quello familiare.

“Le cose che non ho detto” è un libro autentico, una storia che racchiude le verità del luogo, le difficoltà e le sofferenze di persone che continuano a subire soprusi e violenze. Azar Nafisi ci fa avvicinare a un luogo che purtroppo esiste.

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!