Trama Romanzo “Quello che non uccide. Millennium 4”

Questa storia inizia con un sogno, e nemmeno un sogno poi tanto speciale... Eppure è sufficiente a farla alzare dal letto all'alba. Dopodiché Lisbeth Salander si siede al computer e inizia la caccia.
Trama Romanzo “Quello che non uccide. Millennium 4”

Prezzo: € 22,00

Di cosa parla “Quello che non uccide” di David Lagercrantz

Dopo aver atteso per mesi il continuo di Millennium, dopo aver letto pochissime anticipazioni in giro per la rete e aver saputo solo che l’autore è David Lagercrantz, ecco che il 27 agosto 2015 è finalmente uscito “Quello che non uccide. Millennium 4”.

Il libro pubblicato in contemporanea in tutti i Paesi in cui sono stati acquistati i diritti, in Italia è stato pubblicato, come i precedenti Millennium, dalla casa editrice Marsilio.

Non si potevano dare anticipazioni e non si avevano informazioni su “Quello che non uccide”, per questo il libro di David Lagercrantz ha suscitato ancora maggiore interesse e siamo davvero curiosi di sapere copie siano state vendute il primo giorno.

Adesso finalmente conosciamo la trama del quarto capitolo di Millennium, scritto da Stieg Larsson, che ha lasciato in eredità i suoi appunti, su cui in seguito alla sua morte ha lavorato David Lagercrantz per scrivere “Quello che non uccide”.

Appena avuto tra le mani questo libro, mi sono immersa nella lettura, ricordando vagamente situazioni e personaggi, ma è bastato un attimo per sentirmi catapultata nuovamente nelle vicende di Millennium.

I protagonisti sono gli stessi e il ritorno di riflessioni da parte dei personaggi sul passato, fa in modo che il lettore torni ad avere dinanzi agli occhi le scene salienti dei precedenti capitoli della saga di Stieg Larsson.

Le cose sono cambiate all’interno della rivista Millennium, il giornalista d’inchiesta di grido Mikael Blomkvist non riscuote più lo stesso successo, c’è chi prova a farlo inciampare, chi lo scredita e chi lo mette in ombra, il problema principale è che Millennium ha problemi economici.

C’è bisogno di uno scoop per rimettere in carreggiata il giornale, uno di quelli strabilianti, che dia valore nuovamente a Millennium ma anche a lui come giornalista d’inchiesta. Le informazioni non mancano, nella sua casella di posta sono molte le segnalazioni, troppe e la maggior parte sono infondate, ma qualcosa di interessante sta per accadere.

Mikael Blomkvist viene chiamato da Frans Balder, un uomo che con le sue ricerche sull’intelligenza artificiale e le sue capacità informatiche può rivoluzionare il mondo. Frans è in pericolo e ha bisogno di condividere le informazioni che ha con qualcuno, prima che venga fatto fuori. Frans Balder, inoltre, ha avuto già contatti con un’hacker di spicco, Lisbeth Salander, che Mikael da tempo ha perso di vista.

Il gioco in cui è chiamato Mikael è più grande di quello che si possa pensare, ci sono interessi dei maggiori vertici e la sicurezza nazionale è messa in pericolo, così come molte vite umane. Ma la cosa sorprendente è che c’è un personaggio che inizialmente nel libro “Quello che non uccide. Millennium 4” appare minore, un bambino autistico, che serba in sé un segreto difficile da cogliere.
La storia terrà in sospensione fino all’ultimo, quando sapremo la verità sul caso.

Per quanto il quarto capitolo della saga Millennium manchi del suo autore Stieg Larsonn, ho trovato “Quello che non uccide” un romanzo intrigante, con retroscena che coinvolgono la mente del lettore.

Bisogna leggere questo libro senza voler fare paragoni con il primo “Uomini che odiano le donne”, scritto da Larsson ormai dieci anni fa, un poliziesco che ha lasciato il segno nei suoi lettori facendo da apripista al genere.

Se il lettore riuscirà a non farsi coinvolgere dall’unicità e bellezza del primo capitolo di Millennium, questo quarto libro risulterà intrigante.

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!