Recensione Libro “Ultimi quaranta secondi della storia del mondo”

’Stregoneria?’ chiese il professore con cautela. Vardegas scosse la testa. ‘Non la chiamerei proprio così. È dottrina. Una dottrina biblica.’
Recensione Libro “Ultimi quaranta secondi della storia del mondo”

Di cosa parla “Ultimi quaranta secondi della storia del mondo” di Stefano Santarsiere

“Ultimi quaranta secondi della storia del mondo” di Stefano Santarsiere è un e-book acquistabile nelle librerie on line a € 4,99.

Il libro non usa mezzi termini, non vuole essere ambiguo, ma va dritto al punto e lo dimostra dalle prime pagine, quando già in poche righe racconta tutto quello che è accaduto. C’è un cadavere, un uomo assassinato a suon di martellate in un paese della Basilicata.

L’uomo trovato morto è Pietro Miraglia, il parroco, un uomo di chiesa molto amato in paese. Delle indagini se ne occupa il commissario Sparagno, la cui carriera è stata compromessa da un’indagine di camorra.

Più si prosegue la lettura di “Ultimi quaranta secondi della storia del mondo”, più ci si addentra in una situazione anomala, in cui l’apparenza tranquilla del posto e dei suoi abitanti rivela retroscena ambigui. Sembra che tutti abbiamo, in qualche modo, un legame con la vittima e con la Madonna Nera.

“Ultimi quaranta secondi della storia del mondo” dello scrittore emergente Stefano Santansiere è un thriller, un romanzo di denuncia che mostra come nessuno può ritenersi al sicuro, dove molti sono i colpevoli e in cui ci sono sempre vicende inaspettate che vanno al di là della morte del parroco.