Recensione Libro Until I die

Piuttosto che piangere continuamente per la sua perdita, avrei preferito andarmene. Lasciarlo.
Recensione Libro Until I die

Prezzo: € 14,90

Di cosa parla Until I die di Amy Plum

In attesa del terzo libro della saga Revenants di Amy Plum che si intitolerà If I should die, dopo il successo del romanzo Die for me, il 6 ottobre 2015 è uscito in libreria Until I die, uno young adult inserito nella categoria paranormal romance.

Questo secondo capitolo intitolato Until I die, pubblicato dalla casa editrice De Agostini, può essere letto anche indipendentemente dal primo, come la maggior parte delle saghe, ma vi consigliamo di procedere gradualmente.

Il primo capitolo della saga si era conclusa con l’uccisione del capo dei Numa, rivali dei revenants, esseri che mettono in pericolo se stessi per salvare le vite degli altri, mentre i due protagonisti della storia, Vincent e Kate, devono ancora capire che direzione far prendere alla loro relazione.

Se lei è umana e quindi destinata un giorno, seppur lontano, alla morte, lui, come tutti quelli della sua specie, può, dopo essere stato ucciso, ritornare a vivere continuamente. Ma per evitare il dolore della perdita a Kate, Vincent vuole trovare una soluzione e mettere da parte il suo ruolo di salvatore, cosa che la sua amata non gli permette, perché i revenants hanno bisogno del suo aiuto.

Kate capisce dello sbaglio di essersi innamorata di una creatura dai poteri soprannaturali, ma non può comandare al suo cuore e decide che non ha scelta, vuole vivere accanto a Vincent il tempo che ha a disposizione, anche se dovrà soffrire spesso per la sua perdita.

Ma questa è solo una parte della trama di Until I die perché ci sono due new entry nel romanzo, due nuovi revenants provenienti da un’altra epoca, che si chiamano Violette e Arthur, che vanno a sostituire temporaneamente i gemelli Charlotte, la casa amica di Kate, e Charles.

I due sono stati mandati in un altro posto per far riprendere Charles dalla sua crisi, ma questa lontananza creerà non pochi problemi e i nuovi arrivati nel gruppo saranno coinvolti in qualcosa d’inaspettato.

Until I die di Amy Plum è un romanzo pieno di colpi di scena, in cui al centro della storia troviamo la complicata relazione tra un’umana e un essere immortale, che appassionerà di certo i lettori amanti del paranormal romance.

E nell’attesa dell’ultimo capito di Revenants non resta che fare congetture e pensare a come si potrà concludere la saga e quale sarà la soluzione a una storia d’amore che, come per i protagonisti di Twilight, sembra impossibile.

Per chi non avesse letto il primo capitolo della saga Die for me, questa è la trama:

Mi chiamo Kate, ho sedici anni e ho visto morire i miei genitori in un terribile incidente d’auto. Da quel momento niente è più stato come prima. All’improvviso, mi sono ritrovata con il cuore infranto e la vita impacchettata in una valigia, costretta a lasciare tutto per trasferirmi a casa dei miei nonni. A Parigi. E lì ho incontrato Vincent. Bello, misterioso e spaventosamente affascinante, Vincent Delacroix è apparso dal nulla e ha sconvolto il mio mondo. Di nuovo. Perché Vincent non è un ragazzo come gli altri. Dietro ai suoi occhi blu come il mare si nasconde un segreto che affonda le radici nella notte dei tempi. Un segreto che lo costringe a mettere in pericolo la sua vita ogni giorno, per sempre. Così, proprio ora che le cose sembrano andare finalmente per il verso giusto, mi trovo davanti a una scelta difficilissima: devo proteggere ciò che ancora rimane della mia esistenza – e della mia famiglia – oppure rischiare tutto… per un amore impossibile?.

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!