Recensione Libro “Vita di Pi”

Trama Vincitore nel 2002 del Booker Prize grazie a una trama ben pensata e una storia surreale.
Recensione Libro “Vita di Pi”

Prezzo: € 9,90

Di cosa parla “Vita di Pi” di Yann Martel

Il romanzo “Vita di Pi” dello scrittore canadese Yann Martel oltre a essere un libro molto apprezzato soprattutto dal pubblico giovanile, nel 2002 ha ricevuto il Booker Prize. Dal romanzo è stato anche tratto l’omonimo film che ha riscosso un enorme successo anche da parte della critica.

Pi è un ragazzo indiano di sedici anni, figlio del direttore dello zoo di Pondicherry. Dopo un naufragio che lo trascina da solo e lontano dalla famiglia in mezzo al mare, si ritrova su una scialuppa assieme a quattro animali: una zebra, un orango, una iena e una tigre.

La sopravvivenza rende gli animali sempre più feroci e tra di loro avrà la meglio, ovviamente, la tigre, Richard Parker che si ciba dei suoi compagni di viaggio. Da quel momento Pi è costretto a convivere con la tigre del Bengala e per evitare di diventare il cibo di Richard Parker, tenta in tutti i modi di procurare da mangiare per sé e la tigre.

Durante questi terribili giorni di convivenza su una scialuppa troppo piccola per ospitare un essere umano e un animale, Pi inizia a provare uno strano legame verso la tigre e cerca di ammaestrarla.

Incredibilmente il protagonista di “Vita di Pi” sopravvivrà per oltre duecento giorni al fianco di Richard Parker, ma nessuno alla fine crederà alla sua storia, forse troppo surreale e magica per essere considerata reale.

Ciò che è riuscito a fare lo scrittore Yann Martel nel suo romanzo è stato descrive in maniera approfondita il confronto, e non solo lo scontro, tra la realtà dell’uomo e quello dell’animale.
I lettori di “Vita di Pi” non potranno evitare di lasciarsi trascinare in questa storia fantastica e non riusciranno a fare a meno di provare simpatia per Pi, un ragazzo intelligente, che non si accontenta di ciò che vede, ma vuole andare a fondo per conoscere la verità delle cose.

Sicuramente c’è chi al libro “Vita di Pi” di Yann Martel ha preferito il film girato da Ang Lee, soprattutto per i bellissimi effetti speciali, ma sono tantissimi i lettori del romanzo che hanno amato questo libro fuori dagli schemi, consigliato ai giovani lettori e agli alunni delle scuole medie.

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!