Quantica
Quantica

Absence l’altro volto del cielo di Chiara Panzuti: recensione libro

Stavamo cedendo, come il topo del video, un pezzo dopo l’altro, schiacciati dall'inevitabile. E chi avrebbe vinto, alla fine? Ma soprattutto cosa si poteva vincere senza un’identità?
L'ascensore
Absence l’altro volto del cielo di Chiara Panzuti: recensione libro

Prezzo: € 15,00

Recensione libro Absence l’altro volto del cielo di Chiara Panzuti

Absence l’altro volto del cielo, libro pubblicato dalla casa editrice Fazi nel 2018, è il secondo volume della trilogia di Chiara Panzuti.

Non tutti gli scrittori sono capaci di creare quel legame magico tra il lettore e la storia, tra il lettore e i personaggi. Chiara Panzuti è una scrittrice che riesce benissimo a farlo e questo secondo volume Absence l’altro volto del cielo ne è la conferma.

Non c’è una cosa che non mi sia piaciuta in Absence l’altro volto del cielo. Dall’immagine di copertina scelta con un motivo ben preciso (quello di richiamare una metafora molto esplicativa all’interno del libro), all’immediatezza con cui l’autrice ci racconta la storia.

Trama del libro Absence l’altro volto del cielo

La scrittrice non si perde in inutili dettagli per allungare il brodo, ma arriva subito al punto coinvolgendo comunque, totalmente il lettore, spingendolo a proseguire la lettura fino all’ultima pagina.

Con questa sua semplicità, l’autrice dimostra di avere fiducia nell’immaginazione del lettore tanto da non dovergli riempire la testa di dettagli per poi farla scoppiare.

In Absence l’altro volto del cielo uno dei temi principali rimane quello dell’identità. Una scelta che mi ha notevolmente colpito. La protagonista è privata di quella che pensa sia la sua identità (in realtà è solo quella dettata dal suo trascorso), ma la verità è che solo grazie a questa situazione riuscirà a scoprire e conoscere veramente se stessa.

Non mi ha stupito come sia stata rifiutata e non riconosciuta da coloro che considera la sua nuova famiglia. Anche nella vita reale può capitare che chi rimane nella propria condizione non riesca a riconoscere chi invece è andato oltre.

Perfetta anche la spiegazione che l’autrice dà al siero NH1 e tutto quello che nasconde. Ha pensato veramente a tutto rendendolo credibile e possibile.

Commento del libro Absence l’altro volto del cielo

Credo che l’autrice con Absence l’altro volto del cielo voglia comunicarci qualcosa e che non sia un caso che si parli spesso di identità.

Credo che questi due volumi siano una perfetta metafora per trasmettere dei messaggi importanti sui quali riflettere. Qual è la nostra vera identità? Siamo pronti a pagare il prezzo per scoprirlo o vogliamo rimanere al buio e magari invisibili?

Siamo troppo concentrati e presi da noi stessi o riusciamo a vedere veramente chi ci sta intorno? I nostri amici, parenti e conoscenti, li vediamo davvero?

Quarta di copertina del libro

In “L’altro volto del cielo”, nuovo capitolo della trilogia di Absence, è trascorso appena un mese dall’inizio del gioco insidioso di cui l’uomo in nero tiene le fila, e le coordinate dell’ultimo biglietto conducono Faith e i suoi compagni a Est. L’invisibilità è diventata per Faith, Jared, Scott e Christabel una strana routine, per sopravvivere in un mondo che non ha memoria di loro, e il motivo che li spinge a continuare il viaggio intrapreso per tornare a esistere. Ma il siero NH1 comincia a indebolire il fisico dei ragazzi e la conquista dell’antidoto si fa sempre più indispensabile. Soltanto Faith sembra resistere agli effetti collaterali e sviluppa un’inaspettata prontezza fisica e mentale. Sotto l’ombra dell’Illusionista e sulle tracce dei biglietti dell’uomo in nero, i ragazzi della squadra Gamma fronteggiano più volte le squadre degli Alfa e dei Beta: il gioco, però, comincia a svelare il suo lato crudele, che non accetta provocazioni né debolezze. Dopo uno scontro violento con una squadra avversaria nella base navale di Changi Bay, a Singapore, Faith scoprirà alcuni risvolti delle regole spietate dell’Illusionista e si troverà faccia a faccia con l’altro volto della competizione e di se stessa.

Recensione libro scritta da Serena Brancatello

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.