Anche la notte ha i suoi colori di Giuseppe Ponzi: recensione libro

… un chirurgo mi disse che la cosa più difficile non era tanto quella di fare un intervento straordinario, quanto di riuscire a farlo senza stravolgere la qualità di vita del paziente e che, al ‘coraggio dell’audacia’, bisognava unire sempre la prudenza e la saggezza.
Tavino
Anche la notte ha i suoi colori di Giuseppe Ponzi: recensione libro

Prezzo: € 14,50

Trama, recensione e commento libro Anche la notte ha i suoi colori di Giuseppe Ponzi

Anche la notte ha i suoi colori di Giuseppe Ponzi è un libro intimo, che spiazza per le tante emozioni che suscita. Commozione che si alterna a riflessione in un romanzo che racconta verità spiazzanti.

Giuseppe Ponzi è un medico pediatra e in questo libro non solo ci mette la sua esperienza, ma soprattutto ci mette il cuore.

Più che raccontare la trama, questo libro va spiegato nelle intenzioni, poiché l’autore conduce il lettore all’interno di strutture ospedaliere in cui ci sono medici che si prendono cura dei pazienti. Che non solo curano il loro corpo cercando di sconfiggere le malattie, ma curano anche l’anima e il cuore di chi soffre senza conoscere quale destino lo attende.

Trama libro Anche la notte ha i suoi colori di Giuseppe Ponzi

Andrea è un bambino di otto anni che è stato abbandonato dai genitore. Viene ricoverato nel reparto dell’ospedale in cui presta servizio il dottor Martini. Tra i due nasce un legame che non si può spiegare con le parole, qualcosa che va oltre il rapporto tra medico e paziente.

Attraverso il racconto del medico conosciamo la difficile vita di Andrea, affidato prima a una madre adottiva mentalmente disturbata e poi a una casa famiglia in attesa di essere adottato.

La manovra

Il bambino troverà poi conforto tra le braccia dei suoi genitori adottivi Alessia e Paolo, ma nonostante tutto Andrea stenterà a fidarsi di loro. Segnato dalla sofferenza e dalle delusioni, non crede più nelle persone, ma c’è sempre chi è in grado di far cambiare idea sulla bontà d’animo.

E poi conosciamo Giulia, una ragazza che inizialmente presta volontariato in un ospedale di Leuca. È lì che lei e Giuseppe si incontrano. È da lì che inizia la loro storia di amicizia.

Man mano che ci addentriamo nella lettura di Anche la notte ha i suoi colori, conosciamo il passato di Giulia, le sue fragilità, la scelta di andare in India per cercare di percorrere i passi di Madre Teresa, le sue paure e ciò che la ragazza scopre sulle sue origini.

Come si incontreranno le vite dei protagonisti? Cosa accadrà a ognuno di loro? Ci sarà il riscatto personale a cui auspicano?

Commento libro Anche la notte ha i suoi colori

Il filo conduttore delle vicende è Giuseppe che attraverso il suo racconto ci fa scoprire il mondo che si cela nell‘essere umano. Ci fa capire quanto siano importanti le scelte che si compiono, i gesti che si fanno e l’attenzione che si dedica agli altri.

Il romanzo è scritto in modo scorrevole, dando risalto alle emozioni. Molte sono le parole interessanti che escono dalla bocca dei protagonisti del libro: c’è tanta umanità e saggezza in ciò che dicono.

Anche la notte ha i suoi colori è un libro che infonde speranza, che fa credere negli uomini capaci di amare fino in fondo, di prendersi cura degli altri, di dare valore a ogni loro gesto.

“Tante volte, forse troppe, diamo tutto per scontato e non ci rendiamo conto che basta davvero poco per essere felici.”

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.