Rosamund di Rebecca West: recensione libro

Rosamund di Rebecca West: recensione libro

Rosamund di Rebecca West: recensione libro

In un primo momento speravamo che Rosamund sarebbe rimasta a Londra per qualche tempo prima e dopo il party, invece sarebbe partita da Berlino il giorno prima della festa e doveva prendere un volo per Parigi la mattina successiva, dal momento che le feste venivano date in quattro sere consecutive. Questo ce lo disse in una cartolina inoltrata da Ceylon, e poi non scrisse più.

Il segreto di Ballerup di Francesca Sbardellati: recensione libro

Il segreto di Ballerup di Francesca Sbardellati: recensione libro

Il segreto di Ballerup di Francesca Sbardellati: recensione libro

Le loro amicizie si erano create nelle loro rispettive vite e nelle diverse scuole. Era un aspetto che non allontanò le due giovani. Sa dottore, non amavano andare con le loro coetanee a flirtare in qualche angolo della città. Terminato l’orario scolastico, si cercavano anche solo per passare insieme quei pochi istanti che la giornata le aveva riservato.

La Malalegna di Rosa Ventrella: recensione libro

La Malalegna di Rosa Ventrella: recensione libro

La Malalegna di Rosa Ventrella: recensione libro

Ero una bambina magrissima. Un uccellino pelle e ossa. La mamma e la nonna impazzivano per farmi ingoiare un boccone. Lo appallottolavo nella guancia e lo custodivo per bene senza riuscire a mandarlo giù. Nonna Assunta inveiva contro mia madre: «Che t’aspettavi? C’ha il verme solitario o il malocchio. Qualcosa deve avere. Normale non è». Ero anche silenziosa.

Ho reso l’anima a Dio ma ora me la riprendo! di Silvana Petesi: recensione libro

Ho reso l’anima a Dio ma ora me la riprendo! di Silvana Petesi: recensione libro

Ho reso l’anima a Dio ma ora me la riprendo! di Silvana Petesi: recensione libro

Guardo fuori dalla finestra, è un’incantevole giornata d’inverno, la neve scende copiosa dal cielo, è tutto così bello, così silenzioso. Quel pezzo di mondo che sto osservando è talmente pulito, ricoperto dal candido manto, i rami degli alberi si rivolgono al cielo come a volergli offrire la neve che li riveste. Che meraviglia!