Recensione libro Bastogne di Enrico Brizzi

Citazione "Splende il sole anche d'inverno, pallido e indefinito come un alone di sperma sulle lenzuola faticose di un quattordicenne, e illumina in maniera insoddisfacente le facce di noi malnati che ce ne stiamo qui sotto."
Recensione Libro Bastogne di Enrico Brizzi
Compra su amazon.it
Prezzo: € 11,00

Di cosa parla “Bastogne” di Enrico Brizzi

“Bastogne” è il secondo romanzo pubblicato da Enrico Brizzi, dopo il successo della sua opera prima “Jack Frusciante è uscito dal gruppo”. Nel 2021 si festeggiano 25 anni dalla pubblicazione di “Bastogne”, uno dei romanzi più controversi e discussi dell’autore.

Il libro racconta le gesta di una banda di giovani teppisti che si muove nel quartiere di Bastogne,  nella Nizza degli anni 80. Ermanno, Raimundo e Dietrich sono ventenni dediti all’alcool e agli stupefacenti. I primi due smerciano qualche grammo, mentre il terzo adora bere e i fumetti dedicati alla seconda guerra mondiale.

Tre brutti ceffi, non c’è dubbio: ragazzacci che si divertono a sfasciare le vetrine. Tutto cambia quando in città arriva Jerry Claypool, il cugino più grande di Ermanno. Jerry innalza il livello criminale della banda, portandoli a combattere una rivolta delirante e alienata contro la società.

La trama di Bastogne di Enrico Brizzi

Jerry Claypool, meglio noto come Cousine Jerry,  torna in città a trovare il cugino Ermanno e – come dice quest’ultimo – fu chiaro fin da subito che qualcosa di fumettistico e definitivo. I due cugini passano la prima sera insieme assumendo degli acidi e la visione alterata della realtà che gli piomba addosso sembra non lasciarli più.

Il carisma di Cousin Jerry affascina anche Ermanno e Dietrich che si lasciano guidare da un “regista totale”, in grado di trasportarli verso nuove ed esaltanti esperienze. Proprio nel quartiere che porta il nome della città belga un cui gli Alleati assestarono una delle vittorie più importanti nei confronti dei tedeschi ormai sfiniti.

Il gruppo di disadattati progetta assalti e rapine in nome di una lotta armata al perbenismo. La fama che li abbraccia non è delle migliori e li porta oltre la loro immaginazione. Fino all’epilogo inaspettato, spietato e commovente.

Jack Frusciante e il secondo libro di Brizzi

Enrico Brizzi ha esordito con “Jack Frusciante è uscito dal gruppo” in cui racconta una storia d’amore tra adolescenti. Con il suo secondo romanzo si posiziona all’estremo opposto, in un racconto ricco di violenza e racconti all’Arancia Meccanica. Anche se, setacciando bene i due romanzi, si trova un sottile filo conduttore che è l’amore: bello, pulito e virginale nel primo, malato, devastante e sopra ogni logica nel secondo.

Chi ha amato la storia di Alex e Aidi in “Jack Frusciante è uscito dal gruppo”, probabilmente, è rimasto spiazzato da “Bastogne”. Ma la scrittura al vetriolo di Brizzi, capace di incidere frasi anziché scriverle, si adatta stupendamente a qualsiasi tipo di racconto.

I 25 anni del romanzo

Anche se meno proclamato del fratello maggiore “Bastogne” è – secondo chi scrive – uno dei più bei romanzi comparsi in quegli anni. Per festeggiare i 25 anni di “Bastogne” a Bologna sono stati organizzati diversi eventi, ai quali ha partecipato anche lo stesso autore. Ad indicare che, a distanza di tanti anni, i fan di “Bastogne”sono aumentati e resistono nel tempo.

Bastogne in Graphic Novel

Bastogne Graphic NovelNel 2009 realizzammo una intervista a Enrico Brizzi dopo la pubblicazione del romanzo “La vita quotidiana a Bologna ai tempi di Vasco”. Durante quella intervista affrontammo l’argomento “Graphic Novel”, con la quale Brizzi aveva avuto a che fare per la pubblicazione di “Lennon Guevara Bugatti”. Un connubio d’arte che – come disse in quella intervista – trovava molto interessante. Sarà per questo che di “Bastogne” esiste anche una versione a fumetti, con testi di Enrico Brizzi e disegni di Maurizio Manfredi. Lo stile grafico strizza volutamente l’occhio ad Andrea Pazienza, che con le atmosfere di “Bastogne” va praticamente a nozze.

Una storia sghemba, una scrittura travolgente e un tratto che costringe ad andare avanti: ancora di più nella versione graphic novel, Bastogne” di Enrico Brizzi è uno dei libri da leggere assolutamente.

Condividi che fa bene

Recensione scritta da

Davide Gambardella - Recensione Libro.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.