Biografia scrittore Aaronne Colagrossi

Biografia scrittore Aaronne Colagrossi.
Aaronne Colagrossi
Compra su amazon.it
Prezzo: € 15,98

Chi è l’autore Aaronne Colagrossi

Aaronne Colagrossi nasce a Campobasso nel 1980. Ottiene nel 2006 la laurea in Scienze Geologiche presso l’Università del Molise e nel 2009 la laurea in Geologia Applicata all’Ingegneria presso l’Università “La Sapienza”.

Attivo nella scrittura dal 2010, dalle sue passioni per le scienze, i viaggi, la fotografia, la storia navale, la subacquea e la vela forgia oltre cinquanta articoli di scienze e storia, sei romanzi d’avventura sul mare e tre diari di viaggio. Inoltre lavora a nuovi progetti di scrittura, sia romanzi sia reportage.

Quarta di copertina libro “L’enigma del pirata”

Inghilterra, 1940. Henry Adams e Moses Russell non hanno dubbi: la lettera rinvenuta in una delle tombe, identifica lo scheletro come il pirata Charles Lee Knight, morto il giorno del Signore 5 novembre 1706. Prima di abbandonare la vita terrena, però, il filibustiere lascia ai due una pista da seguire: la storia delle sue gesta sull’oceano Pacifico e della sua nave, il Reaper. Il conte James H. Knight, erede del pirata, decide che è ora di fare luce sulla storia del suo casato. Finanzia così una spedizione nei lontani Mari del Sud, nelle Isole Salomone, ma lo spettro spietato del Giappone imperiale sovrasta come un’ombra tutte quelle colonie anglo-americane. La guerra tra Stati Uniti e Giappone è molto vicina e la spedizione archeologica dovrà quindi affrontare mille avversità, ma anche avventure, scoperte ed esplorazioni.

Quarta di copertina libro “Pirati sotto scacco” di Aaronne Colagrossi

1665. Il mar dei Caraibi ha un solo padrone: la Spagna. Gli inglesi e i francesi sono dietro l’angolo; le loro colonie di pirati e di filibustieri combattono e depredano i domini spagnoli con continue azioni di guerriglia sia in mare sia in terra. Luigi XIV di Francia ordina al governatore della Tortuga, il francese Bertrand D’Ogeron, di organizzare una spedizione contro gli spagnoli, ormai acerrimi nemici della filibusta, per recuperare i cinque idoli del popolo Cueva. Nonostante l’abilità dei pirati, non tutto andrà secondo i piani… Ma il potere dell’oro va ben oltre i confini dettati dall’avidità umana.

Quarta di copertina romanzo “Il gioco del Calabrone”

Questo è un romanzo basato su eventi reali. Oceano Pacifico, arcipelago delle Hawaii, 27 marzo 1941. La spia giapponese Morimura Tadashi scende al molo 8 di Pearl Harbor. Il suo incarico ufficiale è quello di vice console, invece la sua missione è talmente segreta che ne sono al corrente solo poche persone in tutto il Giappone, tra cui il comandante della Marina Imperiale, Yamamoto Isoroku. Gli americani identificano Morimura come il calabrone, perché sanno che il suo arrivo nel loro nido d’api non è un buon segno. Faranno di tutto per sorvegliarlo, inseguirlo, intercettarlo, arrestarlo e interrogarlo. Inizia però una danza pericolosa tra le forze americane e quelle giapponesi, un balletto astuto e velenoso, come l’aculeo del calabrone Morimura, che vede in ballo la vita di migliaia e migliaia di persone, in quella che la storia ha chiamato la Guerra del Pacifico.

Quarta di copertina del libro “Dove le rocce parlano al cuore” di Aaronne Colagrossi

Namibia – Windhoek. Ritiriamo i nostri due fuoristrada Toyota, attrezzati con cucina nel vano posteriore e tende sul tettuccio. Per più di due settimane i due veicoli saranno la nostra casa nel cuore dell’Africa, gli altri membri della spedizione sistemano i bagagli e partiamo verso il deserto in una calda mattina dell’inverno australe.

Dopo aver attraversato la Namibia da sud verso nord, oltrepasseremo le frontiere con il Botswana a est. Ma non è ancora la nostra destinazione. Sarà lo Zimbabwe, ancora più a oriente, la meta finale di questi oltre quattromila chilometri nel cuore del Continente Nero, l’Africa, questa soave alternanza di vocali e consonanti. Questa è forse la più grande avventura alla quale abbia mai partecipato, organizzata da Explora Expedition. Una grande emozione che ho voluto raccontare.

Corredato da oltre cento foto che raccontano il viaggio, il testo è ricchissimo di riferimenti che descrivono la geologia e le geomorfologia di questi luoghi mistici, ma anche le strutture sociali dei popoli Himba ed Herero, senza tralasciare gli aspetti naturalistici e zoologici dei grandi parchi africani e dei meravigliosi abitanti selvatici.

Leggi le recensioni dei libri “Il gioco del calabrone”, “L’enigma del pirata” e “Pirati sotto scacco”.

Condividi che fa bene

Recensione scritta da

Redazione - Recensione Libro.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.