Chiara Pons: biografia scrittrice

Biografia autrice Chiara Pons.
Chiara Pons: biografia scrittrice

Prezzo: € 16,64

Chi è Chiara Pons

Chiara Pons è una giovane scrittrice di Milano.

Classe 1993, fin da giovane sviluppa una passione irrefrenabile per la lettura, per lei rifugio accogliente dalla realtà, che alimenta e stimola cimentandosi nei più svariati generi letterari.

Dopo un percorso di studi di tipo umanistico (Chiara è laureata in Storia e, in seguito, ha conseguito la laurea magistrale in Editoria e Comunicazione presso l’Università Statale di Milano), intraprende un’entusiasmante esperienza lavorativa presso l’archivio fotografico Mondadori in qualità di ricercatrice iconografica.

La passione verso le materie umanistiche e letterarie stimolano in lei la voglia di cimentarsi nella scrittura. Si dedica così alla stesura di romanzi e brevi racconti che, un po’ come sfida verso se stessa e un po’ per gioco, decide di pubblicare su un sito di fanfiction.

E il gioco si trasforma in un’offerta inaspettatamente piacevole: nel dicembre del 2016 è contattata dalla casa editrice Dario Abate Editore / HOW2 Edizioni per pubblicare uno dei suoi romanzi, Gli schiavi del Duce.

Il libro è ambientato nella Trieste della seconda guerra mondiale e segue le sorti di Vera, una giovane ebrea vittima delle discriminazioni e degli orrori che la sua condizione religiosa comportava in quel periodo.

Il 12 dicembre 2019 viene pubblicato il seguito, Vera – Storia di una sopravvissuta a Mauthausen.

Kant a Reggio

Quarta di copertina libro Gli schiavi del Duce dal sito Amazon

Trieste, 1942.
Nel pieno di una guerra all’apice della sua degenerazione, i destini di due giovani, Massimo e Vera, si incroceranno in una calda giornata di settembre. Lui, giovane tenente dell’esercito italiano. Lei, diciannovenne ebrea.

Tra le macerie dei bombardamenti, il forte legame sorto tra i due ragazzi sarà messo a dura prova dal tragico andamento della guerra e dall’ostilità della famiglia Bernardis. Vera, infatti, è ebrea e tale condizione, da quando Mussolini ha prescritto le leggi razziali, si paga a caro prezzo. Licenziati dai rispettivi impieghi, ridotti alla fame e abbandonati da coloro che credevano amici, i Bernardis sono strappati dalla loro casa e deportati a Mauthausen, proprio quando Massimo si trova al fronte. Una storia di sacrifici, di dolore e paura dalla quale però l’amore può trionfare persino sulle ideologie inconfutabili e sui pregiudizi.

Quarta di copertina del libro Vera Storia di una Sopravvissuta a Mauthausen di Chiara Pons

Trieste. 1950.
La guerra è terminata ma quella di Vera Bernardis è una battaglia ben più difficile da superare. È sopravvissuta all’abominio dei campi di concentramento, è divenuta un’acclamata scrittrice e ora ha una famiglia a cui badare.
In certi momenti, tuttavia, quel numero inciso sulla sua carne sembra pulsare ancora e i demoni del suo passato tornano a darle il tormento.
Situazioni inaspettate sconvolgeranno il fragile mondo di Vera, ponendo in discussione ogni cosa, anche se stessa.

Acquista su Amazon.it

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.