Biografia scrittore Gerry Chirò

Biografia Gerry Chirò autore del thriller “La scelta della verità”.
Compra su amazon.it

Chi è lo scrittore Gerry Chirò

Sono nato a Torremaggiore (in provincia di Foggia) nel lontano 1947. Sono sposato, ho due figlie, quattro nipoti e vivo, da sempre, a Roma.
In parole molto semplici mi definisco un Avvocato per dovere, un Naturopata per piacere e uno Scrittore… per scommessa.

Ho scritto diversi libri, di vario genere e su diverse tematiche: come Naturopata, nel 2002, ho pubblicato “Ansiolitico… addio” edito da Riza Scienze, poi, nel 2008, con l’editore Il Molo, il mio primo romanzo thriller “In una frazione di secondo”.

Nel 2016, nella mia veste di titolare dello Studio di Naturopatia sito in Roma Prati “L’Angolo del Naturopata” ho dato alle stampe il mio libro manuale edito da Aldenia “38 personaggi in cerca di un… fiore di Bach” e, nel 2020, un altro libro… naturopatico dal titolo “Il mio libretto dei Chakra”.

Successivamente, nel corso del primo lockdown imposto dal Covid, son riuscito a scrivere e, nel gennaio 2021, a pubblicare il mio romanzo thriller “Quelle strane coincidenze” che ha riscosso, a giudizio delle recensioni su Amazon.it, un inaspettato quanto gradito successo. E sono ancora più orgoglioso che anche Recensionelibro.it abbia voluto dare un parere, sul mio libro, molto positivo.

Durante il secondo lockdown mi son dedicato a scrivere ancora e, a giugno 2021, ho pubblicato un altro mio romanzo, sempre del genere thriller: “La scelta della verità”, anch’esso molto apprezzato dai miei affezionati lettori.

Ora ho il piacere di presentare questo mio libro a Recensionelibro.it con la speranza di poter condividere, anche con Voi, la mia passione di scrivere ringraziandoVi anticipatamente per la curiosità e per l’attenzione che presterete a questo romanzo, che definisco, affettuosamente, il mio “secondo figlio del lockdown”.

Quarta di copertina libro “La scelta della verità”

Nel nuovo romanzo thriller di Gerry Chirò la storia misteriosa che ruota intorno ad un dipinto raffigurante una “donna nuda al balcone” porta il protagonista del romanzo ad incontrare diverse realtà, ricche di accadimenti ed imprevisti, destinate a rappresentare, ognuna di esse, il presupposto di una verità… plausibile. Ma, se la verità è sempre e soltanto una, in che modo possono interferire con essa altre verità…soggettive, relative, velate, nascoste o, semplicemente, scomode?

Il viaggio avvincente e inquietante alla ricerca della verità certa incontra e attraversa altre pseudoverità facendole apparire giustificatamente veritiere solo perché la realtà può venire ingannata dalle nostre convinzioni, sensazioni, emozioni e interpretazioni… In quante occasioni noi siamo convinti di aver trovato la verità certa ma… chi non l’ha vissuta in prima persona, ed il protagonista del romanzo è uno di quelli, non può garantire che quella che ha visto o sentito sia indubbiamente la realtà vera, soprattutto quando c’è di mezzo un suicidio, oppure, sarebbe, in verità, forse meglio dire… un omicidio!!!

Condividi che fa bene

Recensione scritta da

Redazione - Recensione Libro.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.