Nibiru
Nibiru

Simone Ceccarelli: biografia scrittore

Biografia dell'autore Simone Ceccarelli.
Il Pasticcio
Simone Ceccarelli: biografia scrittore

Prezzo: € 12,80

Chi è l’autore Simone Ceccarelli

Simone Ceccarelli nasce nella cittadina di Bagno a Ripoli, nel 1983, alle porte di Firenze.
Nel 2003 viene abbagliato e coinvolto appassionatamente da teorie e insegnamenti di Freud, tant’è che emerge dal suo animo interiore un sentimento irresistibile verso la psicoanalisi. Autodidatta, trova nella scrittura la valvola di sfogo creativo.

Sempre nel 2003 lo scrittore decide di approfondire i suoi studi nel campo della psicoanalisi attraverso letture e viaggi. Pochi mesi più tardi comincia un percorso di analisi durante il quale ripercorre alcuni frammenti del proprio passato.

Viene attraversato dal dolore e dall’angoscia che lo spingono a scrivere memorie. In quell’esperienza, da lui definita unica, viene in contatto con l’Altro. Cioè l’inconscio.

Libri pubblicati dall’autore

La scrittura lo coinvolge e lo conduce verso orizzonti inimmaginabili della fantasia artistica. Simone Ceccarelli a quel punto inizia a scrivere per estrarre le dolenze dal suo essere. Le sue passioni oltre alla narrazione e all’arte sono rivolte alla letteratura, al teatro, alla filosofia, alla poesia.

La manovra

Nel 2013 lo scrittore pubblica la sua prima opera La parola silenziosa, nel 2014 il suo secondo libro Le parole e il gesto inaspettato e nel 2018 Lo strano colloquio.

Nel 2016 Simone Ceccarelli è ideatore e responsabile di un evento culturale, la fiera del libro di Candeli la quale si è vista presenziata da scrittori e poeti di spessore, giornalisti e personaggi della politica.

Quarta copertina libro Lo strano colloquio

Lo strano colloquio

“Fate silenzio, adesso parla il libro”; è così che inizia questo testo, questo lavoro narrativo letterario di Simone Ceccarelli. Il vostro silenzio, quello dell’Autore, quello della fanciulla, quello della conversazione tra i due protagonisti immersi in una confusione letteraria avvolta in un palcoscenico colmo di libri. Incontri, stanze, parole, poesie, conigli e personaggi allegorici e strambi si intersecano nella lettura di questo testo ermetico. Non potrebbe esserci inizio migliore per un romanzo, questo, che invita lettrici e lettori ad ascoltare prima ancora di parlare, di esporre i propri quesiti e pensieri. Ascoltare che è divenuto oggi, in questa società frenetica, un lavoro quasi impossibile. Simone Bini

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.