Recensione Libro C’è un assassino nel collegio

Citazione “Del resto tutti gli esseri umani hanno una doppia faccia... e un agnello può essere un assassino.”
La Palla
C'è un assassino nel collegio
Compra su amazon.it
Prezzo: € 6,20

Di cosa parla C’è un assassino nel collegio di Marie-Aude Murail

C’è un assassino nel collegio è una detective story, scritta da Marie-Aude Murail, una delle più popolari scrittrici francesi per ragazzi. Il libro, edito da Bompiani, fa parte della collana Delfini ed è stato Premio Andersen, Il mondo dell’Infanzia, nel lontano 1994.

Questo racconto di avventura, che si può leggere a partire dai 12 anni, sembra essere scritto per gli appassionati di libri gialli visto che c’è spazio per tutti gli ingredienti tipici delle detective-stories.

Da un po’ di tempo, al collegio di Saint Prix accadono delle cose davvero strane. Si trovano lettere anonime e compiti i cui voti sono scritti con un rosso che sembra essere un rosso sangue. Chi è l’autore di tutto questo? Si tratta di uno scherzo degli alunni del collegio, oppure, c’è davvero un assassino che si aggira per i corridoi della scuola?

Sarà compito del nuovo professore di storia al collegio, l’archeologo Nils Hazard, scoprire il perché di tutti questi strani accadimenti. Come farà?

Non appena giunto a scuola, i suoi alunni sembrano prendersi gioco di lui. Gli studenti si divertono a giocare all’assassino… seminando la paura tra i professori. Poi, però, Hazard il prof-supplente, appassionatissimo di egittologia, riuscirà a farli interessare alla materia grazie ai suoi appassionanti racconti ambientati nel lontano Egitto e anche a conquistarsi la loro fiducia.

Intanto, però, a Saint Prix, continuano ad accadere delle cose stranissime. Stavolta, ad essere preso di mira, sarà addirittura il preside Agnelle. Chi è l’autore di tutto ciò? Riuscirà il professore-detective a risolvere l’enigma di Saint Prix e a mettere la parola fine al caso?

C’è un assassino nel collegio è un racconto scorrevole che si legge tutto ad un fiato, arrivare fino all’ultima pagina di quest’avventurosa storia sarà proprio un gioco da ragazzi.

Recensione scritta da Silvia Buda

Condividi che fa bene

Recensione scritta da

Silvia Buda

Presentazione Silvia Buda Silvia Buda, laureata in Lingue, ama da sempre la scrittura, la lettura e l'arte del comunicare. Ritiene che sia meglio regalare un libro anziché uno smartphone... anche se siamo nell'era digitale. Se potesse scriverebbe ancora con la penna e il calamaio, alla maniera di Giacomo Leopardi, state pur certi che lo farebbe.
Tutte le recensioni di Silvia Buda →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.