Trama e recensione libro “Comandante Una storia vera” di Ruben Gualà

Citazione “Questa è una storia fatta di segreti e paure, di gioie e sconfitte, di nascite e di morti. Una storia come tante ma nel suo genere unica, che solca fiera le onde dell’oceano.”
Comandante
Compra su amazon.it
Prezzo: € 18,00

Recensione libro “Comandante Una storia vera” di Ruben Gualà

“Comandante” è l’ultimo libro di Ruben Gualà, uno scritto ricco di avventura e di poesia. Il romanzo è stato pubblicato nel 2021 da YouCanPrint.

Dell’autore abbiamo già parlato per i libri “Hatanot” e “Il templare scomunicato” di cui potete leggere le recensioni.

In “Comandante” l’autore racconta la vita di Mattatia Capretti, un pescatore.

Come si legge dalle prime pagine, il libro tratta una storia vera basata su fatti documentati e testimonianze oculare. Il che dà alle vicende un valore in più di cui il lettore si accorgerà proseguendo nella lettura.

Attraverso la storia di questo uomo, che come il padre ha solcato i mari sconfinati, navigando quasi tutto il globo e ha sempre preferito le onde alla terraferma, Ruben Gualà ci racconta di altro. Ci parla, usando come spunto gli incontri da lui avuti, di povertà, di miseria, di guerra, di strazio, ma anche di riscatto e di amore.

Il libro “Comandante” è molto intenso, ricco di storie, di incontri, di momenti. Il coinvolgimento rende la lettura sempre più piacevole, anche grazie a una trama semplice ma piena di eventi, di cambi di passo.

Ciò che resta alla fine di quest’avventura per i mari è il ricordo di chi ha lottato ed è stata ucciso, da chi ha sfidato la povertà e le ingiustizie. Di chi ha combattuto la guerra, di chi si è opposto al potere, di chi ha superato i confini imposti: uomini e donne che hanno lasciato in qualche modo il loro segno.

Leggendo questa storia si capisce il valore della libertà, la necessità di guardare sempre oltre l’orizzonte. Si comprende quanto siano importanti i rapporti con le persone, quanta forza dia l’amore e quanto il coraggio, la solidarietà e il prendersi cura di chi ci sta accanto conti.

Commento libro di Ruben Gualà

Consiglio di prestare particolare attenzione alla prefazione, dove Ruben Gualà ci spiega il percorso fatto per scrivere il suo libro, le intenzioni di questo suo progetto. Dice di aver utilizzato il dialetto e forme usate allora, per meglio ritrarre il momento narrato, collocandolo così nel tempo e nello spazio in modo corretto.

Il valore dell’Italia viene dai sacrifici e dalle lotte di chi ha combattuto la guerra, ma anche di chi ha subito i postumi del conflitto e ha cercato di trarre il meglio dal peggio.

L’intenzione del libro è ciò che maggiormente mi ha colpito leggendo questa storia: il voler spronare i lettori a non soccombere alle ingiustizie, alla malavita o ai soprusi. Lo scrittore lo fa magnificamente dando al lettore la possibilità di conoscere la Storia dell’Italia e quella di tante persone che hanno fatto l’Italia.

La storia di uno è la storia di tanti, l’amore di un uomo, diventa quello di tutti gli uomini capaci di credere negli altri, di esserci per gli altri. Un libro semplice come l’uomo di cui parla, ma pieno di dettagli significativi e spunti su cui riflettere.

Leggi anche l’intervista allo scrittore Ruben Gualà.

Condividi che fa bene

Voto libro 4 su 5
Recensione scritta da

Redazione - Recensione Libro.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.