Kant a Reggio
Kant a Reggio

Come anime scelte che si ritrovano di Gianni Verdoliva: recensione libro

Quasi mezzanotte. La luna si staglia nel cielo. Con le loro biciclette Luca e Stefano pedalano verso la radura. Luca si volta verso il paese che è ormai lontano con le sue luci notturne. Eccoli alla radura. Fermi, immobili, silenziosi. Non sanno cosa fare. Sono lì ma sono tristi. Una lucciola si avvicina a loro, poi una seconda, poi un’altra ancora.
Tavino
Come anime scelte che si ritrovano di Gianni Verdoliva: recensione libro

Prezzo: € 12,00

Trama, recensione e commento libro Come anime scelte che si ritrovano

Come anime scelte che si ritrovano di Gianni Verdoliva è una raccolta di venti brevi racconti molto interessanti.

Si tratta, come leggiamo nella prefazione di “racconti agili, scoppiettanti, mai faticosi, insospettabilmente vari, sempre incisivi. Tanti personaggi femminili e maschili, ben tratteggiati nel loro aspetto fisico, ma soprattutto delineati nel loro ‘speciale modo di sentire’. Individui appartenenti al mondo contemporaneo, ben inseriti nella società, ma tutti protesi inconsapevolmente alla ricerca di ‘qualcosa’”.

Trama libro Come anime scelte che si ritrovano

I personaggi/protagonisti di questi intensi racconti sono alla ricerca di se stessi e per questo il loro viaggio interiore è rigorosamente introspettivo, carico di sentimenti contrastanti.

La curiosità però è che il viaggio a volte è reale a volte è fantastico. Gianni Verdoliva infatti inserisce i suoi personaggi alquanto veri e moderni – anche nei nomi, Fabio, Michela, Riccardo, Nicola, Fiorella – in un contesto gotico che ricorda i romanzi della Radcliffe, cimiteri, paesaggi solitari, castelli e monasteri antichi, vecchie dimore di campagna abbandonate.

La manovra

Commento libro Come anime scelte che si ritrovano

I venti racconti così vengono impreziositi da un’atmosfera surreale, sovrannaturale. Mistero, incantesimi, magie, amore, fantasmi si intrecciano e si svelano in queste brevi storie affascinanti e stilisticamente ben scritte.

Nella prefazione Luisa Gentile afferma giustamente che: “La narrazione è sempre avvincente, spesso potenziata dalla costruzione in flash back, immancabilmente condita da suggestive ambientazioni e da annotazioni di carattere culinario nostrano, quasi a voler sottolineare il mutuo scambio tra dimensione reale e fantastica. In conclusione una lettura gradevole ed intrigante, ma soprattutto incoraggiante e positiva. L’essere umano non è fatto di solo corpo, ma anche di interiorità; esiste in ogni persona una parte sensibile che riconosce le altre anime, dialoga con esse e sa trovare la strada giusta per il bene e per la felicità. Basta saper ascoltare l’anima che è in noi e convincersi che anche ciò che sembra impossibile può avvenire.”

Come anime scelte che si ritrovano è una fantastica lettura che coinvolge vari generi letterari: giallo, gotico, racconto di suspense, introspettivo e di formazione.

Recensione libro di Milena Privitera

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.