Zetafobia
Zetafobia

Recensione Libro Di tenebra e di luce – Libro I: Il prescelto

Da una parte e dall'altra dei due schieramenti il silenzio era profondo, vasto come l’immensità dell’Eterno, stringeva in una morsa immota il campo di battaglia.
Recensione Libro Di tenebra e di luce – Libro I: Il prescelto

Prezzo: € 16,00

Di cosa parla Di tenebra e di luce – Libro I: Il prescelto di Manuel Pellegrino

Nel libro fantasy Di tenebra e di luce – Libro I: Il prescelto, lo scrittore Manuel Pellegrino racconta della lotta atavica tra Bene e Male in un mondo messo in pericolo da una minaccia concreta.

Tutti gli abitanti di Alethia rischiano: saggi, elfi, fate e nani sono in pericolo a causa dell’unico essere che può distruggere tutto. L’Oscuro Signore, Portatore d’Odio sta diffondendo Rabbia, Dolore e Nequizia.

Il popolo di Alethia nulla può se non aspettare l’arrivo del Prescelto, unica via di salvezza contro il Male che incombe. Se da una parte sopraggiungere il pericolo, l’ombra, dall’altra una luce si propaga dalla figura del Prescelto e ha inizio lo scontro finale tra le due Potenze.

“I due Signori del Mondo si guardarono per un istante. E fragoroso iniziò l’Ultimo Scontro.”

Da una parte odio, ineguaglianza, collera, dall’altra c’è lo splendere della giustizia e della speranza. Chi dei due avrà la meglio: l’Oscuro Signore portatore del Male, o il Prescelto difensore del Bene? Riuscirà la Luce a sconfiggere il Buio? Il Prescelto sarà in grado di salvare il popolo di Alethia?

“E allora tutti compresero: sarebbe accaduto quel giorno, il destino della Terra e dei Secondi Figli sarebbe stato deciso da uno scontro finale tra le due Potenze.”

Il lettore sarà coinvolto totalmente dallo scontro senza riserve tra le due Potenze, fino a quando non conoscerà la conclusione e saprà se gli essere umani come le creature di Alethia sono salvi.

Commento del libro Di tenebra e di luce – Libro I: Il prescelto

Se la storia pare ripetersi con la solita battaglia tra Bene e Male, ciò che colpisce del libro Di tenebra e di luce – Libro I: Il prescelto di Manuel Pellegrino sono le descrizioni. L’ambientazione ha un ruolo predominante nelle vicende, è collegato allo stato d’animo dei protagonisti, al loro essere, al loro agire.

Colpi di scena, una battaglia senza esclusione di colpi, la magia, il potere, l’amicizia, il senso di appartenenza, la fedeltà sono tutti elementi centrali della storia, ben scritta, di Manuel Pellegrino.

Il ritmo è veloce, il libro è raccontato con trasporto e pathos: ci sono due realtà messe a confronto e il lettore viene proiettato subito nel vivo della storia, quasi schierato in mezzo ai suoi protagonisti, diventando così parte attiva del romanzo.

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.