Nibiru
Nibiru

Dopo la pioggia di Tracy Farr: recensione libro

Bucce di mandarino si arricciano sulla tavola, un bagliore di caldo arancio. Il loro aroma profuma l’aria, si mescola a cera di candele e pelle di pollo, aglio e vino.
Il Pasticcio
Dopo la pioggia di Tracy Farr: recensione libro

Prezzo: € 13,50

Di cosa parla Dopo la pioggia di Tracy Farr

Dopo la pioggia è il secondo romanzo della scrittrice australiana Tracy Farr e racconta la complessa geografia dei rapporti familiari. Ambientato nell’immaginaria città di Cassetown, narra la storia di Iris e della sua famiglia allargata.

Il libro si apre con l’arrivo dei componenti della famiglia nella splendida casa al mare – appartenuta a Rosa, la madre di Iris – per svuotarla. La villa, infatti, è stata venduta prima di quanto tutti si aspettassero; è arrivato il momento di passare in rassegna ciò che c’è all’interno: bisogna decidere cosa fare con i ricordi.

Pioggia, Rosa e Speranza: le tre sezioni del libro

La prima parte del libro, racchiusa nella sezione Pioggia, racconta l’arrivo all’abitazione di tutti gli attori di questo romanzo famigliare. Iris, il suo ex marito con la nuova moglie e la loro bambina piccola che non ha ancora un nome, suo figlio Kurt e Luce, la figlia della sua migliore amica. Tutti lì, dentro la casa che ha cullato, coccolato e cresciuto i ricordi di questa famiglia in formato moderno.

La manovra

Su tutti si muove leggera la figura di Rosa, la donna nata un secolo prima non più presente fisicamente, ma viva e vegeta nei racconti dei familiari. Rosa che diventa protagonista di Dopo la pioggia della sezione del libro cui dà il titolo: Tracy Farr accompagna il lettore con un salto temporale a cento anni indietro. La vita della matriarca della famiglia scorre veloce nelle pagine del libro che ne racconta le gesta. Il passato, in fondo, è sempre più presente di quanto siamo disposti ad ammettere.

Ed è proprio questa commistione tra passato e presente che raggiunge il suo apice nella sezione conclusiva del libro, intitolata Speranza (il titolo originale del libro di Tracy Farr è “The Hope Fault – La colpa della speranza”). La narrazione torna al presente, racconta la conclusione del complicato fine settimana trascorso dalla famiglia di Iris.

La scrittrice evidenzia come, a volte, è necessario distruggere e disfare per ricominciare davvero. La vita, molto spesso, ci costringe ad accettare con coraggio situazioni nelle quali non avremmo mai voluto essere. Eppure, è proprio dalle situazioni scomode che nascono nuovo energie e nuovi modi per accettare le sfide.

La simbologia in Dopo la pioggia di Tracy Farr

Tracy Farr scrive un romanzo ricco di simboli, su tutti la pioggia, che in Dopo la pioggia ha una forza purificatrice. Cade giù dal cielo bagnando cose, persone, ricordi e situazioni: ma quando smette, permette ai protagonisti del libro di dar vita a un nuovo corso.

La similitudine tra carte geografiche e famiglia è una delle simbologie più ricercate e suggestive del romanzo. Famiglie come cartine che aiutano a orientarsi, anche se le mappe non sono sempre precise e affidabili. Un romanzo sui rapporti, sul tempo e sui valori che – ieri e oggi – sono alla base della più antica unità di misura della società moderna: la famiglia.

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.