Trama e recensione libro “Dorian Hertz” di Paolo Durando

Citazione “Quindi esisti o non esisti. Per esistere esisto. Un po' di qua e un po' di là.”
Dorian Hertz
Compra su amazon.it

“Dorian Hertz” di Paolo Durando: un libro di fantascienza speciale

Paolo Durando, autore del libro “Dorian Hertz”, incentra il romanzo sulla figura di un giovane musicista: Dorian.

La musica viene avvertita e vissuta come viatico di conoscenza ed emozioni.
Dorian sembra un predestinato perché ancora prima di apprendere l’ars letteraria, abbraccia e si abbandona al dolce ritmo della musica.

Da grande, quando ormai è un artista affermato, il sacerdote della chiesa rinnovata, Li Meng, lo invita nel suo studio per chiedergli aiuto.
La porta di Wells, con una crepa presso Fiumicino, è stata riaperta.

Dorian deve fungere da catalizzatore tra due realtà parallele, una è quella umana, l’altra è quella nella quale la musica diventa il nutrimento essenziale.
Dorian compie diverse incursioni in questo nuovo mondo, ove prima riesce a trovare l’alter-ego e poi il vero amore.

C’è un amico, Ojun, che vorrebbe farlo tornare indietro, vorrebbe chiudere per sempre la porta di Wells, salvando Dorian dalla dematerializzazione.
Ci riuscirà?
Cosa sceglierà Dorian, l’amore o l’amicizia?

Paolo Durando ha scritto un libro profondo nella sua semplicità, perché la letteratura e la pittura tengono l’uomo sempre ancorato al mondo reale, razionale, tangibile, mentre la musica ci apre le porte a una dimensione sempre eterea e sublime.

Recensione libro scritta da Concetta Padula

Quarta di copertina libro

Un romanzo quasi unico nel panorama della letteratura di fantascienza, perché in esso la musica diviene un mondo a se stante, con le sue regole e i suoi misteri Infatti, ci troviamo in un futuro in cui l’esistenza degli universi paralleli è un fatto accertato. L’accesso ad essi, possibile tramite le cosiddette “porte di Wells”, è stato proibito per i rischi che comporta.

Li Meng, scienziato e guida a Roma della Chiesa Rinnovata del Multiverso, individua nel musicista Dorian il soggetto adatto ad esplorare una realtà di “esseri sonori”. Parallelamente Ojun (sciamano, in yakuta), viene incaricato dall’USC (Unità per la Salvaguardia del Continuum), di impedire che l’esperienza abbia seguito.
Dorian, muovendosi tra una Roma post-corrotta e il mondo dei suoni, ha modo di andare alle radici di se stesso, fino a quando non sarà contattato da Ojun. A quel punto, però, tutto sarà cambiato.

Condividi che fa bene

Recensione scritta da

Redazione - Recensione Libro.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.