Zetafobia
Zetafobia

Recensione Libro Dove batteva il mio cuore

Il confine tra amore e collera è labile. A quanto pare, il bisogno di proteggersi da ulteriori sofferenze induce a prendersela con la persona amata.
Recensione Libro Dove batteva il mio cuore

Prezzo: € 17,00

Di cosa parla Dove batteva il mio cuore di Sebastian Faulks

Dove batteva il mio cuore (Neri Pozza, 2016) di Sebastian Faulks, è un libro che racconta di guerra e lo fa entrando nella mente dei protagonisti, utilizzando la psicologia per spiegare la solitudine, il dolore, l’abbandono e il bisogno di risanare le ferite.

Trama del romanzo Dove batteva il mio cuore

Robert Hendricks è uno psichiatra londinese che ha la mente invasa da pensieri difficili da gestire e si protegge dalle emozioni chiudendosi in se stesso, senza avere rapporti che richiedano una certa intimità e affezione.

Tutto cambia quando Robert riceve una lettera da Alexander Pereira, un neurologo ormai alla fine dei suoi giorni che vive in Francia. L’uomo dice di aver conosciuto suo padre durante la prima guerra mondiale; entrambi soldati nell’esercito britannico, hanno condiviso momenti provati da un diario e alcune fotografie. Il neurologo chiede un incontro che Robert d’istinto vuole rifiutare.

Ma lo psichiatra non ricorda nulla del padre, perso quando lui aveva soli due anni e prima che fosse decretato l’Armistizio. Il vuoto lasciato dal rapporto con il genitore è forse il motivo di tanta ritrosia da parte di Robert nell’avere rapporti con le persone.

Nonostante l’indecisione iniziale, lo psichiatra capisce che l’incontro con Pereira è fondamentale per lui, per conoscere ciò che non sa del padre e fare pace con se stesso. Quando i due s’incontrano, Robert si trova dinanzi un uomo che più che raccontare vuole ascoltare cosa ci sia nel suo passato, in quel tempo che lo ha spinto a chiudersi dentro la sua mente lasciando fuori il mondo.

Commento del libro Dove batteva il mio cuore

Amore e guerra si mescolano nel libro Dove batteva il mio cuore per presentarci storie di lotta, di sangue, di sentimenti forti, contrastanti e per questo vivi.

Il passato che era stato relegato in un angolo della mente di Robert, escamotage messo in atto per non sentire le ripercussioni di ciò che era accaduto, riprende a vibrare, come se il destino imponesse il suo volere per far ritornare alla vita un uomo inaridito e spento.

La guerra è un pretesto da parte dello scrittore Sebastian Faulks per indagare l’animo umano e scoprire i lati deboli di ogni mente, ma anche la necessità di rivalsa da parte di chi è a credito con la vita.

Dove batteva il mio cuore è un libro intenso, scritto con intelligenza e conoscenza dell’argomento.

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.