Recensione Libro Exit West

Continuare per sempre a fuggire va oltre le capacità della maggior parte delle persone: a un certo punto anche un animale braccato si ferma, esausto, e attende il proprio fato, anche solo per un istante.
Quattro
Recensione Libro Exit West

Prezzo: € 17,50

Di cosa parla Exit West di Mohsin Hamid

Quando i romanzi hanno un valore aggiunto, si capisce dalle prime pagine come nel caso di Exit West di Mohsin Hamid. Un libro che sa di politica senza essere eccessivamente schierato, il cui autore manifesta i suoi intenti ma evitando di scendere nel dettaglio ed essere estremista.

Exit West (Einaudi, 2017) è un romanzo che guarda al futuro ma con i piedi ben piantati nel presente. Un libro che racconta verità assolute ma con un modo tipico dei romanzi distopici, come se ci trovassimo di fronte a una storia inventata di lotta tra il Bene e il Male.

Se all’inizio il lettore avrà la sensazione di lasciarsi trasportare dall’intensa storia d’amore tra Saeed e Nadia, due giovani che vivono in una città del Medio Oriente, dopo poche pagine si troverà in piena guerra, sotto bombardamenti e devastazioni.

L’amore, inizialmente, non viene messo in secondo piano dalla lotta e dalla sopravvivenza, anzi diviene il motore che spinge i due a credere nella vita e nella possibilità di un futuro diverso. Poi però anche i sentimenti si sviliscono quando salvarsi la pelle diventa la prima necessità.

I custodi del cigno

I due si convinceranno che è necessario scappare, lasciare la loro terra di origine alle spalle per tornare a vivere. Per rendere possibile il loro viaggio però devono superare i confini imposti dai nativi d’Europa che arginano i fiumi umani in ingresso dai Paesi in guerra.

Saeed e Nadia, come altri fuggitivi, riusciranno a spostarsi da un luogo all’altro utilizzando dei portali, di cui non si conosce la natura, ma solo la funzione misteriosa.

Questi portali trasportano gli uomini da un posto all’altro del mondo ma chi affronta il viaggio non sa l’ingresso che utilizza per scappare dove conduce. L’avventura è fantastica ma ardua, perché con il passare del tempo sulla Terra si diffonde sempre di più la xenofobia, la paura della diversità e la necessità di difendere i propri confini e le proprie risorse.

“In tutto il mondo la gente fuggiva da dove si trovava, da pianure un tempo fertili e ora screpolate dalla siccità, da villaggi costieri minacciati dagli tsunami, da città sovraffollate e campi di battaglia insanguinati, e fuggiva anche da altre persone, persone che in alcuni casi aveva amato.”

Commento del libro Exit West

Exit West è un libro originale, moderno, il più all’avanguardia degli ultimi anni, che affronta il tema dell’emigrazione, dell’esclusione e dell’innalzamento dei confini con un acume sopraffino.

Attraverso la metafora e utilizzando, come mezzo per arrivare a tutti i tipi di lettori, una storia d’amore, Mohsin Hamid riesce a catturare l’attenzione e a rendere possibile la realizzazione di un libro attuale, nonostante il passato sembri sopraggiungere da lontano con l’arretratezza di pensiero che distingueva gli ignoranti dei secoli scorsi.

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.