Recensione Libro Gli eredi di Wulf Dorn

… i bambini ci accusano di essere egoisti e di non preoccuparci delle generazioni future. Ci rimproverano un comportamento bestiale omicida e che sprechiamo le risorse del nostro pianeta. Questo è senza dubbio vero. Come è vero che l’umanità annienterà se stessa se non corre subito ai ripari.
Recensione Libro Gli eredi di Wulf Dorn

Prezzo: € 17,60

Di cosa parla Gli eredi di Wulf Dorn

Lo scrittore Wulf Dorn riesce sempre a stupire con le sue storie, anche con quest’ultimo libro: Gli eredi. L’atmosfera surreale, lo svisceramento psicologico dei suoi protagonisti, le vicende intangibili e concrete allo stesso tempo spiazzano il lettore.

Pagina dopo pagina, il pathos diventa sempre più intenso; se da una parte si percepisce quale sia l’aspetto vero del romanzo, dall’altra ci sono vuoti di comprensione che vanno colmati e che Dorn ci chiarisce solo all’ultimo.

Dietro ciò che si vede c’è sempre qualcosa che va oltre l’apparenza, un evento che prende dimensioni sempre maggiori per appropriarsi di tutto lo spazio disponibile. Le pagine piene di parole sono solo la forma che poi viene messa da parte dalla sostanza pregiata de Gli eredi.

La follia dell’uomo che rovina ciò che è prezioso sulla Terra, il disastro ambientale e l’incapacità di intervenire per sanare le cose sono tutti concetti basilari in questo romanzo.

La trama è semplice e geniale, fa sospettare che il romanzo vada da una parte, ma poi Wulf Dorn sembra invertire il percorso e ci porta in un altro luogo popolato da tanti dubbi.

Un altro strano caso, di quelli che hanno bisogno dell’intervento di uno psicologo per essere chiariti, portano Robert Winter al commissariato di polizia per sbrogliare i fili della matassa. Lungo una strada desolata è stata trovata, in un’auto caduta in un dirupo, una donna ferita che si chiama Laura. Nel portabagagli nasconde il corpo morto di una bambina: sua nipote.

La donna è sporca di sangue e traumatizzata, sembra aver perso la ragione in seguito allo shock. Indagando si scopre che nel paese in cui Laura era in vacanza, non ci sono più abitanti e che a essere responsabili dell’accaduto siano dei bambini.

Sangue ovunque e il caos che regna nelle strade del paese fanno presagire che sia accaduto qualcosa di importante, forse una rissa che ha coinvolto tutta la popolazione.

Quello che stupisce di più, però, è l’assenza di persone: il paese è desolato. Che fine hanno fatto tutti?

Lo psicologo Robert cerca di capire cosa sia successo, ma i racconti di Laura sembrano le paranoie di una schizofrenica. Si stenta a capire la verità quasi fino alla fine de Gli eredi. La polizia deve mettercela davvero tutta per tirare le somme e scoprire, da quelle poche tracce lasciate, cosa sia successo.

Commento del libro Gli eredi

Ancora una volta nella storia di Wulf Dorn la consistenza degli incubi torna con la sua enorme impronta a calpestare le vicende del libro. L’immaginazione sembra farla da padrone, ma soprattutto un’insana pazzia che pare aver colpito un paese intero.

Dorn riesce sempre a creare catastrofi che coinvolgono più individui, ma i cui pensieri folli si annidano nella mente di una persona sola. I protagonisti della storia sono descritti con cura, soprattutto dal punto di vista psicologico, l’ambientazione alla Stephen King diventa centrale quasi al pari del racconto.

Un thriller sui generis quello narrato ne Gli eredi: un libro intenso, angosciante, appassionato, in cui si dà risalto all’importanza di lasciare un mondo migliore a chi resta dopo di noi, ai nostri eredi, per l’appunto.

Il libro recensito in anteprima esce il 18 aprile 2017 nelle librerie.

Consigli di lettura: tra i vari thriller di Wulf Dorn il libro imperdibile è sicuramente La psichiatra, ma se amate il genere leggeteli tutti.

Informazioni
Data recensione
Titolo
Gli eredi
Punteggio
41star1star1star1stargray

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!