Il filo testo
Il filo testo

Hatanot di Ruben Gualà: recensione libro

Norman non poteva credere a quello che vedeva, fino ad allora lo aveva visto solo nei film di fantascienza. ‹‹È un portale!›› bisbigliò.
Hatanot di Ruben Gualà: recensione libro

Prezzo: € 20,00

Trama romanzo e recensione libro Hatanot di Ruben Gualà

Hatanot di Ruben Gualà è un romanzo fantasy scritto con grande cura. Leggendo la storia si immaginano le scene di un film, tanto è ben curata l’ambientazione e tanto sono ritratti con attenzione i personaggi.

Recensione libro Hatanot di Ruben Gualà

Due storie si intrecciano, come due destini e una profezia da svelare. Norman, dopo aver perso il lavoro, parte per andare dai suoi genitori in Kansas. L’aereo su cui viaggia precipita su un’isola deserta. Nessuno sopravvive all’incidente tranne lui, che grazie a un portale inizia la sua avventura sul pianeta Hatanot.

Quando arrivano i soccorsi per cercare eventuali sopravvissuti non si arriva da nessuna parte. Non c’è traccia di Norman, che sembra sparito nel nulla dopo essersi preso cura dei corpi delle vittime. L’aereo è andato completamente distrutto e per quanto le ricerche continuino, si devono improvvisamente fermare a causa di un uragano in arrivo.

Normal è già completamente assorbito da un mistero da svelare, lo stesso che duemila anni prima hanno scoperto dei romani naufragati su un’isola deserta. L’unico modo per tornare indietro, alla sua vita di sempre, è trovare sette reliquie sacre, sette calici. Riuscirà nel suo obiettivo, che condivide con una donna di un’epoca diversa e altri amici? Salverà se stesso e il pianeta di Hatanot ora sotto il governo di uomini provenienti dalla Terra?

Commento libri di Ruben Gualà

Mistero, pathos, una profezia da risolvere leggendo il suo significato, un incontro speciale e la voglia di tornare a casa sono alcuni elementi di questo libro sorprendente.

“… è lei la donna della profezia, la prescelta! Io credo che la spada di cui parli la profezia sia il potere dei calici, i sette calici che messi insieme riporteranno Hatanot a com’era diecimila anni fa. È un sortilegio potente che si può fare una volta sola e penso che sia giunto il momento, bisogna ritrovare i sette calici.”

Una storia fitta di eventi, di personaggi intriganti che si combattono in alcuni casi, che lottano invece per lo stesso obiettivo in altri.

Due mondi che si sfiorano, due destini che si intrecciano, due secoli che si avvicinano nel tempo e nello spazio. Una grande immaginazione quella di Ruben Gualà che ci regala una storia piena di magia, di segreti, di rivelazioni e un’ambientazione ben raccontata.

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.