Forse_la_felicita
Forse_la_felicita

Recensione libro I fratelli Kristmas. Un racconto di Natale

Credevo che gli uguagliatori non esistessero più. Non vi eravate estinti? - Molti credono che non esiste neppure Babbo Natale, figurati.
Nigredo
Recensione libro I fratelli Kristmas. Un racconto di Natale

Prezzo: € 17,50

Trama e recensione del libro I fratelli Kristmas. Un racconto di Natale di Giacomo Papi

Con una trama semplice I fratelli Kristmas, Giacomo Papi racconta la magia del Natale senza dimenticare di parlare di valori.

La notte del 23 dicembre, antivigilia di Natale, Maddalena, detta Mad, e Pietro, detto P, due fratelli rispettivamente di 9 e 12 anni, veneziani, non riescono a chiudere occhio. Maddalena è emozionata per l’arrivo di Babbo Natale, suo fratello Pietro invece la prende in giro. Lui a Babbo Natale non ci crede più da un pezzo.

Nel frattempo, Niklas Kristmas, detto Babbo Natale ha la febbre alta e una tosse fastidiosa e secondo il suo medico personale l’elfo, Kyosti Kallio, non potrà procedere alla consuetudine consegna dei regali. Anche secondo la signorina Katerineen Hogli, la migliore amica di Babbo Natale, è meglio che Niklas rimanga a letto a curarsi.

A portare i doni quest’anno sarà Luciano Kristmas, fratello di Niklas, detto l’uguagliatore. Luciano, di fatto, aveva bisticciato anni prima con il fratello per la sua bizzarra idea di consegnare a tutti i bambini del mondo, ricchi o poveri, belli o brutti, lo stesso numero di regali.

Lo gnomo orologiaio, Perparim Litmanen, custodisce segreti tramandati da padre in figlio, che non può svelare a nessuno, e si è messo in testa di rallentare il tempo: lui e Niklas stanno diventando troppo vecchi e adesso Niklas è anche ammalato.

Giunge il 24 notte e non avendo trovato alternative Luciano Kristmas, accompagnato dallo gnomo picchiatore Efisio Fois per evitare incidenti, e trainato dalle quattro renne Olga, Elga, Elda e Ilda, inizia la distribuzione dei doni. Luciano chiaramente ha deciso di consegnare tre regali, numero perfetto, a ogni bambino/a del mondo. Un modo questo per ripristinare, almeno per una volta, almeno a Natale, l’uguaglianza.

Il perfido Panicus Flyncer, costruttore di giocattoli, però non è d’accordo e vuole a tutti i costi e con tutti i mezzi bloccarlo e impadronirsi del Natale. Ad aiutarlo delle cattivissime valchirie con un piccolo difetto di pronuncia.

Chi salverà il Natale? Chi aiuterà Luciano Kristmas, Babbo Natale per una sola volta, a recapitare i doni? Proprio i due piccoli fratellini Mad e P i quali in cambio riceveranno un regalo unico e meraviglioso.

Scritto in maniera leggera e ironica I fratelli Kristmas di Giacomo Papi è un racconto di Natale divertente, imprevedibile, magico ma al contempo vero e reale con la sua metafora della diseguaglianza sociale.

I fratelli Kristmas è una fiaba moderna che l’autore ha arricchito di trovate originali, che ci fa riflettere sulla disparità sociale persino a Natale, ma anche sul bene che vince sul male e su quanto comunque sia bello sognare e sperare. Il libro ha una copertina straordinariamente polarizzante creata dal disegnatore Gipi.

Recensione scritta da Milena Privitera

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.