Quali sono i romanzi più dolci, i libri più amati dalle donne?

I cinque libri che consiglio alle donne che amano leggere d'amore e di avventura.
Compra su amazon.it
Prezzo: € 18,50

Tra i tanti romanzi letti i cinque libri più amati dalle donne pubblicati nel 2021

Oggi ho pensato di raggruppare in un unico articolo i libri più dolci, quelli che di sicuro possono rientrare tra i libri più amati dalle donne. I romanzi delicati, che sfiorano l’anima con il valore che gli scrittori hanno dato alle loro parole.

Nel 2021 ho letto molti romanzi che possono rientrare in questa categoria, se così possiamo chiamarla. I libri hanno significati universali e non c’è genere che divida in realtà i libri per uomini e per donne. Di sicuro però ci sono alcuni libri più dolci per il modo in cui gli argomenti vengono trattati e che ho pensato potessero essere quelli più amati dalle donne.

Questo non significa ovviamente escludere un lettore a favore di un altro, leggere rende liberi e questo è un concetto che vale sempre, per tutti. I miei solo semplici consigli da lettrice appassionata senza alcuna pretesa.

Leggendo questi romanzi di cui vi parlerò, dai colori neutri e delicati, mi è venuta l’idea di raggrupparli in un unica lista che ho pensato di intitolare i libri più amati dalle donne. Ce ne sarebbero tanti di cui parlare, ma ne ho scelto solo alcuni, quelli letti nel 2021 e che vi presento per la delicatezza con cui sono stati scritti.

Lista dei libri più amati dalle donne – I più bei libri per ragazze

Un libro sull’amore e sui sogni: “Scrittori e amanti” di Lily King

“Scrittori e amanti” è il primo romanzo che vorrei presentare. Si tratta di un libro scritto da Lily King e pubblicato da Fazi Editore.
Si crea un’empatia particolare con la sua protagonista Casey, una ragazza con una vita turbolenta alle spalle. La madre è morta, ma prima ancora di aver lasciato la terra l’ha abbandonata. Il padre l’ha segnata profondamente con il suo comportamento, tanto che ha un rapporto difficile con gli uomini. Casey ha un sogno, diventare una scrittrice, e farà in modo di non arrendersi dinanzi a nulla pur di realizzarlo.

La scrittura di Lyli King è essenziale, priva di orpelli, ma arriva al cuore del lettore, che saprà ridere ma anche commuoversi accanto a Casey.

“Io voglio solo scrivere narrativa. Sono una parassita del sistema che si trascina in giro i debiti, i sogni. Ho sempre voluto solo questo.”

Quarta di copertina libro “Scrittori e amanti” di Lily King – Fazi editore

Casey è una ragazza di trent’anni che ha fatto un patto con se stessa: non pensare ai soldi e al sesso, almeno al mattino. Appassionata di letteratura e aspirante scrittrice, si è indebitata pesantemente per pagarsi gli studi e ora si ritrova a vivere in una piccola stanza ammuffita e a lavorare come cameriera. Rimane però aggrappata al sogno che quasi tutti i suoi vecchi amici hanno ormai abbandonato e, con ostinata determinazione, ogni mattina scrive.

Di recente ha perso la madre, con la quale aveva un rapporto di confidenza profonda e che rappresentava, sebbene vivesse dall’altra parte del paese, la sua unica ancora affettiva. E infine, gli uomini: reduce dall’ennesima relazione fallita in maniera inspiegabile, girovagando per librerie e happening letterari, Casey incontra due scrittori che cambieranno le cose.

Da una parte c’è Silas, giovane poeta gentile e sognatore spiantato quanto lei, dall’altra Oscar, maturo padre di famiglia, autore affermato prigioniero del proprio talento…
Con un tocco leggero ed elegante, Lily King ha dato vita a un personaggio indimenticabile, che rappresenta una generazione e uno stato d’animo: quello di chi cerca il proprio posto nel mondo.

Accolto negli Stati Uniti con grandissimo calore, Scrittori e amanti ha messo d’accordo pubblico e critica: sostenuto da un ritmo travolgente e punteggiato di un umorismo fine, è un romanzo di rara intensità in cui ciascun lettore sarà in grado di rintracciare una parte della propria esperienza.

“Le piccole libertà” di Lorenza Gentile: i libri più amati dalle donne che sanno lottare

Cambiamo completamente storia, anche se come nella precedente anche in questa c’è un amore smisurato per i libri. Il romanzo si chiama “Le piccole libertà”, libro scritto da Lorenza Gentili e pubblicato nel 2021 dalla casa editrice Feltrinelli.

Questo romanzo sono certa che possa rientrare nella categoria libri più amati dalle donne. Lo è per la sua protagonista fragile ma scaltra, che mostrerà come bisogna combattere per inseguire le proprie ragioni. Leggendo la sua storia che da ordinaria si fa magica, il lettore si sentirà accolto in una coccola, come un abbraccio nei momenti difficili. La nostra protagonista partirà per inseguire una zia che sfugge, ma che le lascia tante briciole che come pezzi di un puzzle l’aiuteranno a ricomporsi.

Quarta di copertina del libro “Le piccole libertà” di Lorenza Gentili – Feltrinelli

Oliva ha trent’anni, una passione segreta per gli snack orientali e l’abitudine di imitare Rossella O’Hara quando è certa di non essere vista.
Di lei gli altri sanno solo che ha un lavoro precario, abita con i genitori e sta per sposare Bernardo, il sogno di ogni madre. Nessuno immagina che soffra di insonnia e di tachicardia, e che a volte senta dentro un vuoto incolmabile. Fa parte della vita, le assicura la psicologa, e d’altronde la vita è come il mare: basta imparare a tenersi in equilibrio sulla tavola da surf. Ma ecco arrivare l’onda anomala che rischia di travolgerla.

Dopo anni di silenzio, la carismatica ed eccentrica zia Vivienne – che le ha trasmesso l’amore per il teatro e la pâtisserie – le invia un biglietto per Parigi, dove la aspetta per questioni urgenti. Oliva decide di partire senza immaginare che Vivienne non si presenterà all’appuntamento e che mettersi sulle sue tracce significherà essere accolta dalla sgangherata comunità bohémienne che fa base in una delle più famose librerie parigine, Shakespeare and Company.

Unica regola: aiutare un po’ tra gli scaffali e leggere un libro al giorno. Mentre la zia continua a negarsi, Oliva capisce che può esserci un modo di stare al mondo molto diverso da quello a cui è abituata, più complicato ma anche più semplice, dove è possibile inseguire un sogno o un fenicottero, o bere vino sulla Senna con un clochard filosofo. Dove si abbraccia la vita invece di tenersene a distanza, anche quando fa male. E allora, continuare a cercare l’inafferrabile Vivienne o cedere al proprio senso del dovere e tornare a casa? E soprattutto: restare fedele a ciò che gli altri si aspettano da lei o a se stessa?

Quando tante piccole libertà finiscono per farne una grande, rinunciarci diventa quasi impossibile.

“Ci sono piccole libertà che ci cambiano per sempre. Perché tante piccole libertà ne fanno una grande.”

Tokyo protagonista di due romanzi: “Ballata malinconica di una vita perfetta” e “Per le strade di Tokyo”

Adesso facciamo un viaggio nell’affascinante Giappone, a Tokyo per la precisione grazie a due romanzi delicati.
Questi due libri sono prima di tutto consigliato a chi ama i paesaggi orientali, con i colori che avvolgono e la delicatezza di una vita all’antitesi con quella occidentale.

Mentre nel libro “Ballata malinconica di una vita perfetta” di Emily Itami protagonista è una donna con una vita apparentemente perfetta, ma infelice. Nel libro “Per le strade di Tokyo” di Nick Bradley i protagonisti sono in tanti e tutti accomunati da un gatto che anche quando sembra non esserci è presente e li osserva.

Le ambientazioni di entrambi i libri sono belle, curate, così come i personaggi di cui parlano. Le storie hanno delle evoluzioni che coinvolgono il lettore, cullato dalle atmosfere e dalla forza della vita. A voi lettori scoprire le vicende e gli intrecci.

Quarta di copertina del libro “Ballata malinconica di una vita perfetta” di Emily Itami – Mondadori

Mizuki è una donna di circa quarant’anni con un marito affascinante, due adorabili bambini, bellezza, denaro e un ambìto appartamento nel centro di Tokyo. È l’emblema della donna privilegiata e ha una vita apparentemente perfetta, che però non la rende felice. Suo marito lavora così tanto che a malapena si accorge di lei e, accantonato il sogno di gioventù di diventare una cantante coltivato quando viveva a New York, Mizuki sente che le sue giornate trascorrono tutte uguali, spese a impacchettare il pranzo dei figli. Da una parte ama intensamente la sua famiglia e sa di essere ridicola, dall’altra si sente soffocare e si chiede se non sarebbe meglio buttarsi dal balcone di casa piuttosto che passare l’ennesima serata con un marito distratto o a stendere il bucato.

Fino a quando, in una notte di pioggia, incontra Kiyoshi, un ristoratore di successo. Con lui ritrova se stessa e la sua voce, la libertà, la gioia di vivere, l’entusiasmo e la vitalità contagiosa della città che ha sempre amato. I due trascorrono molto tempo insieme e, a mano a mano che la loro relazione prosegue, Mizuki si rende conto che sta vivendo due vite e che alla fine, invece, ne dovrà scegliere solo una.

Ballata malinconica di una vita perfetta è un romanzo delicato e profondo, la storia di un amore e un’audace esplorazione delle relazioni del nostro tempo, narrate dall’autrice con una voce sorprendentemente onesta e potente. È anche un’intima analisi della maternità, dove la fatica e la costante sensazione di fallimento si intrecciano a una gioia e un amore infiniti.

Sensuale, romantico e provocatorio, il romanzo regala inoltre ai lettori uno spaccato eccezionale sullo stile di vita e la cultura del Giappone contemporaneo.

Quarta di copertina “Per le strade di Tokyo” di Nick Bradley

Tokyo è una metropoli dove tutto cambia rapidamente. Con le Olimpiadi ormai alle porte, le gru dei cantieri punteggiano il cielo, interi palazzi vengono rasi al suolo e ricostruiti, nuove strade si aprono fra i grattacieli.

Eppure, nel quartiere di Asakusa, accanto al tempio più antico della città, c’è una bottega rimasta identica da secoli. È il laboratorio di un tatuatore, forse l’ultimo a usare aghi e inchiostri tradizionali. Sebbene in pochi siano disposti a sottoporsi a quella tecnica, così dolorosa da spaventare persino gli uomini della yakuza, un giorno si presenta una ragazza per farsi tatuare sulla schiena una fedele rappresentazione di Tokyo, senza nessuna presenza umana. Sorpreso da quella richiesta insolita che lo impegnerà per mesi, il tatuatore accetta. Ma, dopo qualche tempo, mentre sta tracciando l’incrocio di Shibuya, non resiste alla tentazione di disegnare una gattina calico proprio davanti alla statua di Hachiko.

Durante la sessione successiva, però, il tatuatore si accorge che la gatta è sparita. Incredulo, la cerca nel disegno e la vede nascosta dietro un palazzo di Ginza. E ancora eccola svanire di nuovo, per rispuntare sul tetto della stazione di Shinjuku. Come se avesse preso vita. Ciò che lui non sa è che, da quando ha inserito la piccola intrusa nel tatuaggio, una gatta calico ha iniziato a girare per le strade di Tokyo, sfiorando di volta in volta persone diverse: da un senzatetto cui le ruspe hanno distrutto il rifugio a una traduttrice in cerca di fortuna; da un tassista appena rimasto vedovo a un ragazzino bullizzato che ha il disperato bisogno di un amico.

Per ognuno, la gatta è un’apparizione fugace, un dettaglio presto dimenticato. Nessuno si accorge che è proprio lei a tirare il filo che lega il destino di tutti loro… Ispirandosi alla leggenda del bakeneko – demone gatto capace di assumere le fattezze di una fanciulla – questo romanzo ci conduce attraverso una Tokyo autentica e affascinante, tratteggiando una galleria di personaggi apparentemente lontanissimi, eppure accomunati dagli stessi dubbi e desideri, mostrandoci come a volte basti un attimo per cambiare per sempre la nostra vita.

“Luci del Sud” di Nina George: libri amati dalle donne che sanno sognare

In questo libro c’è tutto quello che una lettrice cerca: l’amore, il legame con la famiglia, un luogo incantevole come la Provenza e il progetto di una biblioteca itinerante. Tutti questi elementi già fanno la storia, ma non basta questo. Perché la scrittrice Nina George, già conosciuta per il suo precedente romanzo “Una piccola libreria a Parigi” sa far vibrare di emozioni. L’amore in questo libro si manifesta in decine di modi, con parole, silenzi e gesti cambiando le sorti dei suoi protagonisti.

Quarta di copertina libro “Luci del Sud”: quando l’amore vince su tutto!

Negli anni Cinquanta, in una sperduta cittadina della Provenza, la neonata Marie-Jeanne ha un incontro folgorante con l’Amore: quest’ultimo, chinandosi sulla culla per osservare la piccola, le lascia involontariamente il proprio segno. Un incontro destinato a cambiare per sempre la vita della bambina e quella del paesino: Marie-Jeanne aiuterà il padre Francis nell’ambizioso progetto di mettere in piedi una biblioteca circolante, il Bibibus, e, all’improvviso, sarà lo scompiglio tra gli abitanti.

Grazie allo scambio dei volumi e a Littéramour, il salotto letterario che ne consegue, i freddi cittadini di Nyons iniziano infatti a conoscersi e anche a innamorarsi. Perché Marie-Jeanne possiede un dono: vede le «luci del Sud», una sorta di scintilla che le permette di capire a chi le persone siano predestinate, e così inizia a fare da Cupido, portando un’inaspettata felicità nei cuori di chi non ne nutriva più. L’unica che non sembra brillare né essere destinata all’amore è proprio lei. Eppure, tutti hanno un’anima gemella. Quando arriverà il suo turno, Marie-Jeanne riuscirà a riconoscerla?

Questa è la storia raccontata in Luci del Sud: romanzo scritto dallo sconosciuto autore Sanary e fulcro della pharmacie littéraire di Monsieur Perdu. Una fiaba e un balsamo per l’anima, in cui trovare conforto; un libro poetico sull’amore, la magia delle dolci notti estive in Provenza e la voglia di vivere. Ora, finalmente, tutti i lettori potranno immergersi nelle sue atmosfere e compiere lo stesso viaggio del protagonista del bestseller mondiale Una piccola libreria a Parigi.

Conclusioni i cinque libri più belli – I libri più amati dalle donne

Ho scelto questi cinque romanzi che trovo delicati, dolci, e capaci di toccare la sensibilità dei lettori. Li ho scelti per le capacità narrative dei suoi autori, per le trame e la forza dei protagonisti. Sono certa che questi romanzi possano rientrare tra i libri più amati dalle donne proprio per la determinazione e il coraggio dei personaggi, con cui si crea una bella sinergia.

Se questo articolo ti è piaciuto leggi anche “I sei libri più belli da leggere nel 2021”.

Condividi che fa bene

Recensione scritta da

Redazione - Recensione Libro.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.