Un amore di poesia
Un amore di poesia

Recensione Libro Il bambino

… con il tempo i segreti cominciano a vivere di vita propria.
Anche fare il nonno e un mestiere
Recensione Libro Il bambino

Prezzo: € 19,50

Di cosa parla Il bambino di Fiona Barton

La vedova è stato un thriller affascinante, che ha lasciato il segno nel mio cuore di lettore e con Il bambino (Einaudi, 2017) la scrittrice Fiona Barton convince, non solo me, della sua bravura e seduzione in tema di tensione.

Trama del libro Il bambino

La giornalista investigativa Kate Waters, annoiata dai suoi lavori di ufficio e sempre alla ricerca di nuovi casi succulenti annusa una buona notizia di cui parlare, relegata a un trafiletto nascosto tra le pagine dei quotidiani.

La maggior parte dei giornalisti non l’avrebbe neppure notata o al massimo l’avrebbe ignorata considerandola una notizia vecchia e priva di attrattiva. Per Kate invece è diverso: ha un sesto senso che l’aiuta nel suo lavoro e poi se c’è di mezzo qualcosa da ricostruire partendo quasi da zero, è proprio quello che fa per lei.

In un quartiere di Londra raso quasi completamente al suolo per costruire una zona al passo coi tempi moderni, vengono rinvenuti i resti di un neonato seppellito lì qualche decennio prima. Sembra impossibile identificarlo, ma con le nuove tecnologie e un’indagine accurata possono venire a galla informazioni utili a chiarire il mistero.

Kate ci crede fermamente, non si ferma dinanzi a niente quando c’è da risolvere un enigma che può aiutare a far scoprire la verità. Così convince il suo capo e si fa affidare il caso, purché non trascuri gli altri suoi lavori e il suo corso di formazione a un giovane “raccomandato” che vuole diventare un giornalista.

SBD

Più l’indagine della giornalista va avanti, più è evidente che tra questo e un vecchio caso di cronaca nera ci sia un collegamento. Anni prima era scomparsa una neonata di nome Alice dall’ospedale in cui era nata. Era bastata una distrazione da parte della mamma Angela e qualcuno gliel’aveva portata via.

Da allora lei non si dà pace e quando la polizia torna a bussare alla sua porta, il mondo le crolla nuovamente addosso, ma Angela vuole anche scoprire cosa sia accaduto e spera che l’indagine la conduca da sua figlia, viva o morta che sia.

Quello che crea perplessità nel lettore de Il bambino è un personaggio che compare tra un capitolo e l’altro di cui non si capisce il ruolo. Una certa Emma, una ghost writer con poco equilibrio mentale e una grande fragilità emotiva. La donna appresa la notizia del corpo di un neonato rivenuto a Londra, inizia a vivere con tensione ogni attimo delle sue giornate, come se in qualche modo fosse coinvolta nella storia.

Solo alla fine scopriremo chi è e quale sia il suo ruolo in questa terribile vicenda che lascia con il fiato sospeso ed è un continuo di colpi di scena.

Commento del thriller Il bambino di Fiona Barton

Segreti, bugie, odio, amore, vendetta, giustizia, morte, rinascita emotiva, dolore, rabbia, passione e relazioni sono tutti temi affrontanti nel thriller Il bambino.

Un libro da cui è difficile staccarsi, una storia di tensione che fa correre il lettore tra le pagine, ansioso di capire il ruolo di ogni protagonista nel ritrovamento del cadavere.

Il bambino come il precedente thriller La vedova è un libro consigliato agli appassionati di noir, che cercano trame intessute con caparbietà e bravura.

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!