Recensione libro “Il cerchio di pietre” di Enrico Graglia

Citazione “Alza lo sguardo dallo smartphone e per un istante gli sembra di vedere qualcosa di enorme riflesso sull’acqua: una città fatta di strutture geometriche aliene, edifici neri e verdastri come parti di un corpo in decomposizione.”
Compra su amazon.it
Prezzo: € 17,99

Trama romanzo e recensione libro “Il cerchio di pietre” di Enrico Graglia

“Il cerchio di pietre” di Enrico Graglia è un romanzo edito da GoWare, dai tratti horror che fonde la realtà con la fantasia. Verità o incubo? Realtà o immaginazione?

Personaggi ben delineati, una trama fitta di eventi e un finale a sorpresa fanno di questo libro un buon romanzo.

Nell’opera sono affrontate tante tematiche, tra cui l’amicizia e l’amore usando visioni, immaginazioni, incubi. Ne “Il cerchio di pietre” c’è inquietudine, oscurità, coraggio, necessità di andare oltre. Il tutto arricchito da un’atmosfera dark, con tanti lati bui a cui contrapporre la luce.

La lotta tra bene e male impera, con numerosi colpi di scena. Lo scrittore Enrico Graglia riesce a creare una leggera confusione nel lettore che non sa dove si trova e se quello che sta leggendo sia frutto dell’immaginazione o è reale.

Recensione libro “Il cerchio di pietre” di Enrico Graglia

Protagonista de “Il cerchio di pietre” è Vincenzo, un ragazzo di provincia, di diciannove anni, che si sente libero dagli impegni scolastici e decide di godersi il tempo che ha a disposizione.

Con gli amici va al fiume in cerca di qualche ora di relax e divertimento. Quando decide di immergersi in un posto un po’ isolato, si imbatte in una roccia strana.

Sfiorandola con i polpastrelli, sotto l’acqua, sente una pietra con una crepa. Quando riesce a ripulire la roccia dalla melma, si accorge che sopra quel resto ci sono delle incisioni, come geroglifici.

Ha scoperto qualcosa di magico, di misterioso, qualcosa che lo condurrà all’interno di un sogno pieno di mostri. Un sogno che a volte ha le fattezze di un incubo, soprattutto quando ciò che ha davanti sembrano essere allucinazioni che gli creano non pochi problemi nelle relazioni.

Inizia così l’avventura di Vincenzo assieme a Lavinia, ragazza da cui lui è ammaliato, e Saverio, uno scrittore saggio e anche tormentato che potrebbe essere l’anello mancante per chiarire la verità. Insieme cercano di svelare il mistero che in alcuni momenti li fa traballare, che li mette in pericolo, che gli fa aver paura. E che porta a compiere anche gesti sbagliati, violenti.

Commento libro di Enrico Graglia

Sono tante le domande che il lettore si porrà al fianco di questi protagonisti, tante le risposte che lentamente Enrico Graglia ci darà. Bene e male si contendono la scena, mettendo in evidenza la fragilità dell’animo umano, ma anche della mente, che a volte è incapace di comprendere dove finisce la realtà e inizia l’intangibile.

In questo libro tra gli altri argomenti c’è la necessità di crescere, di fare i conti con le difficoltà, con le paure e i problemi. Ma più di tutto in questo romanzo ho letto una grande esigenza di riscatto da parte di giovani in balia di una vita che non li fa sentire realizzati, che non li appaga, che a volte distrugge interiormente.

I protagonisti del libro “Il cerchio di pietre” sono descritti molto bene, in particolare lo scrittore mette in risaltò le loro debolezze e i motivi per cui questi ragazzi sono così come li scopriamo durante la storia.

Archeologia, mitologia, astronomia, antropologia, esoterismo, vita vera sono i tanti elementi presenti nel romanzo dalla trama complessa e dall’ottima ambientazione.

Condividi che fa bene

Voto libro 4 su 5
Recensione scritta da

Redazione - Recensione Libro.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.