Recensione Libro “Il figlio del fiume”

Citazione “Molti fratelli si sono schierati con il generale Garibaldi, hanno guidato i siciliani alla rivoluzione, li ho veduti anche qui, quando sono arrivati a Napoli, sembravano invasati, con sciabole e moschetti.”
Il figlio del fiume
Compra su amazon.it
Prezzo: € 14,00

Di cosa parla “Il figlio del fiume” di Benny Pistone

Per gli amanti della Storia, il romanzo di Benny Pistone dal titolo “Il figlio del fiume” è da leggere.
Lo scrittore romanzando avvenimenti realmente accaduti, riesce a dare una chiave di lettura al periodo di cui racconta, quello che vede l’Italia ormai unita dopo gli accordi tra i potenti che poi fu imposto ai cittadini.

Ecco che si viene catapultati nel 1860 quando attraverso una “specie” di plebiscito, termini sconosciuto ai più, doveva essere deciso se dire sì o no all’Italia unita dopo le battaglie e le perdite umane.

La resistenza è stata una dura lotta, ma ormai c’è poco da ideare: l’Italia è fatta. Ci sono però luoghi in cui persiste la tradizione borbonica e per chi ci crede, c’è ancora tanto da dimostrare.

Ciò che racconta Benny Pistone nel romanzo “Il figlio del fiume” parte dalla Storia, quella che i nostri antenati hanno vissuto facendone parte, ma poi prende una piega diversa, andando a fondo nelle contraddizioni di quel periodo e spiegandoci la confusione che molti vissero inconsapevoli di ciò che sarebbe accaduto.

Benny Pistone attraverso alcuni dialoghi in dialetto, l’analisi del periodo e andando a fondo nei pensieri dei protagonisti, attraverso le vicende del libro “Il figlio del fiume” ci racconta l’evoluzione del nostro Paese che diviene Stato.

Condividi che fa bene

Recensione scritta da

Redazione - Recensione Libro.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.