Il filo teso di Cosimo Mazzini: recensione libro

Citazione “Il tempo non guarisce le ferite. Non ha forbici per tagliare i fili che legano ai propri fantasmi.”
Compra su amazon.it
Prezzo: € 18,00

Trama romanzo e recensione libro Il filo teso di Cosimo Mazzini

Il filo teso dello scrittore emergente Cosimo Mazzini è un romanzo di grande suspense che il lettore avrà il piacere di scoprire pagina dopo pagina.

La trama di questo thriller psicologico è costruita con cura sia per quanto riguarda i personaggi, sia per l’ambientazione.

La storia narrata ne Il filo teso è collocata a Setriano, in Toscana, luogo in cui Paolo e Sara si trasferiscono con i loro figli: Niccolò ed Ester.

Il trasferimento è una conseguenza, poiché l’abitazione in cui vivevano, dello zio di Paolo, che si è preso cura di lui dopo la morte dei genitori in un incidente, è stata pignorata.

Nella villa in cui si trasferiscono, decentrata dal cuore del paese, ci sono solo due vicini: Giorgio e Caterina. Non è facile per nessuno della famiglia iniziare una nuova vita in quella villa. Soprattutto quando Giorgio, con i suoi modi un po’ burberi e le sue memorie insinua dubbi nella testa di Paolo.

Giorgio racconta che quella villa era stata disabitata per molto tempo e che il figlio Niccolò assomiglia tanto a un suo amico d’infanzia, Pietro, figlio dell’ex proprietario della casa. Le cose si complicano quando avvengono dei fatti strani all’interno della villa.

Un giorno, mentre Paolo si occupa di riordinare la rimessa, trova una cassapanca che contiene delle foto, insieme a dei disegni che sembrano opera di un bambino. È così che inizia il suo viaggio che lo riporta indietro nel tempo. Paolo prova il desiderio di cogliere l’anima di quella villa che sembra nascondere qualcosa ai suoi nuovi ospiti.

Sono ancora una volta le parole di Giorgio che gli chiede di bruciare le foto, i suoi ricordi e le frasi dette a metà che spiazzano, incuriosiscono e angustiano Paolo, sempre più attratto dalla storia.

La rimessa diventa l’ossessione di Paolo che cerca di sbrogliare il bandolo della matassa. Il pathos aumenta, il mistero si infittisce. Che cosa nasconde quella casa? Quale storia Giorgio cerca di proteggere? C’è un filo teso che sembra ricollegare la storia della villa a quella della famiglia di Paolo. Ma qual è?

Commento libro di Cosimo Mazzini

Tanti dubbi iniziano a prendere concretezza e il protagonista de Il filo teso inizia a mettere in dubbio anche il passato della sua famiglia. Sono tanti i punti interrogativi, tante le menzogne che ruotano attorno alla storia raccontata dal suo vicino. Perché? E per quale motivo Paolo è così affascinato da questa storia?

Dopo una partenza un po’ lenta, costruita in questo modo dallo scrittore probabilmente per spiegare personaggi e fatti utili alla storia, il libro si velocizza. Fino alle battute finali, quando il romanzo accelera e svela tanti retroscena.

Il filo teso è un libro ricco di avvenimenti che si sovrappongono, a volte si accostano, altre prendono strade differenti. Una tragedia sembra aver cambiato il destino della famiglia di Paolo, ma potrebbe anche essere un gioco della mente a far immaginare ciò che non esiste? Sono davvero tante le domande che il lettore si porrà proseguendo nella lettura del romanzo.

Cosimo Mazzini ha scritto un libro pieno di tensione, che porta a far credere al lettore qualcosa che un attimo dopo viene sovvertito.

Condividi che fa bene

Recensione scritta da

Redazione - Recensione Libro.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.