Il gioco del suggeritore di Donato Carrisi: recensione libro

Tempo fa un criminologo mi ha detto che non si può entrare nella mente di un serial killer, perché i suoi comportamenti sono il frutto di pulsioni, istinti e fantasie che si sono sedimentati negli anni, fin da quando era bambino. Però mi rivelò che si può entrare nella mente delle vittime.
Tavino
Il gioco del suggeritore di Donato Carrisi: recensione libro

Prezzo: € 22,00

Trama, recensione e commento libro Il gioco del suggeritore di Donato Carrisi

Dopo il successo de Il suggeritore abbiamo dovuto attendere dieci anni per leggere Il gioco del suggeritore di Donato Carrisi.

Seguito del precedente bestseller, Il gioco del suggeritore si presenta come un thriller mozzafiato. Pubblicato nel 2018 dalla casa editrice Loganesi, vuole ricalcare le orme del precedente romanzo di Donato Carrisi.

Nel mezzo, tra i due libri che vedono protagonista il suggeritore, tante altre le pubblicazioni di Carrisi. Abbiamo avuto il piacere di leggere altri thriller intriganti: L’ipotesi del male, Il maestro delle ombre, L’uomo del labirinto, La ragazza nella nebbia, solo per citarne alcuni.

In questi anni di attesa, il lettore ha potuto assaporare l’evoluzione di Donato Carrisi, che ha sempre di più dato risalto all’aspetto psicologico dei suoi personaggi.

Non solo quello però è stato migliorato nel corso del tempo. Sono stati fatti maggiori approfondimenti, nei suoi libri, sui temi sociologici e sull’impatto dei media che come una lente d’ingrandimento ha messo più in luce alcuni aspetti e spettacolarizzato le indagini.

Tutto questo scrivere è per dirvi che ne Il gioco del suggeritore potrete gustare con maggiore piacere questa evoluzione di Donato Carrisi. Lo scrittore sembra aver maturato nuove visioni e approfondimenti per raccontare i suoi casi ricchi di suspense.

Trama libro Il gioco del suggeritore di Donato Carrisi

Da una fattoria isolata dal mondo arriva una telefonata alla polizia. A parlare una donna atterrita che chiede aiuto. La pattuglia della polizia arriva dopo ore a causa di un temporale mai visto prima. Purtroppo non c’è più nulla da fare. Il killer ha mietuto le sue vittime, anche se sono tanti i dubbi e moltissime le incertezze. È così che inizia un nuovo enigma da risolvere.

La manovra

Il male è tornato a fare le sue vittime, il terrore si diffonde nuovamente tra le persone.
Solo Mila Vasquez, ex cacciatrice di persone, più risolvere l’arcano. Ma la donna ha deciso di non fare più quel mestiere e si sta dedicando alla figlia, Alice, lontano da tutti. La sua vita isolata, in una località sul lago, sembra averle ridato la pace che cercava, ma non per molto…

Mila non può chiudere gli occhi davanti al male che minaccia di propagarsi nuovamente e quando sarà contattata per dare la caccia al colpevole si rimette in gioco. Non potrebbe scegliere strada diversa, perché questo caso la riguarda da molto vicino.

In un crescendo di emozioni, perdendo persino da lettore la lucidità non capendo quale sia il limite tra mondo reale e quello virtuale, Il gioco del suggeritore coinvolge appieno.

L’oscurità e il male sembrano inghiottire la verità, la rendono talmente avvolta dalla nebbia da far apparire irriconoscibile la realtà.

Commento libro Il gioco del suggeritore

Carrisi è riuscito ancora di più ad addentrarsi nella fragilità psicologica della protagonista, mostrandoci diverse sfaccettature della donna. All’apparenza forte e impenetrabile, in profondità sensibile a piegarsi dinanzi alla sottrazione dei propri affetti.

La donna che non riesce a provare empatia e per questo ancora più brava nel suo lavoro, in questo libro deve fare i conti con l’amore, che cambia ogni cosa, persino la propria personalità.

La scrittura è come sempre la forza di questo autore, che mescolando una trama geniale con descrizioni sempre più puntuali dei personaggi, centra l’obiettivo: appassionare il lettore alla storia.

Il gioco del suggeritore è sicuramente un thriller di livello altissimo, dove coinvolgimento e pathos la fanno da padrone, ma mai potrà eguagliare Il suggeritore, grande capolavoro di Donato Carrisi.

Se amate i thriller, Il gioco del suggeritore, come i precedenti romanzi di Donato Carrisi è un libro da leggere. Ne assaporerete i dettagli e vi confonderete con Mila Vasquez alle prese con un’indagine complicata.

Provo a stuzzicare la vostra curiosità di lettori con questa citazione:
“I mostri non sanno di essere mostri… Covano dentro di sé un’insoddisfazione, una debolezza. Enigma sa riconoscerli, li intercetta, li avvicina. È capace di blandirli, sa come conquistare la loro fiducia. E li convince con la sua menzogna…”

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.