Il morso della vipera di Alice Basso: recensione libro

Possibile che delle banalissime parole, scelte in un certo modo, messe in un certo ordine, siano capaci di cambiarti la vita?
Il Rombo della Felicità
Il morso della vipera di Alice Basso: recensione libro

Prezzo: € 16,90

Trama romanzo e recensione libro Il morso della vipera di Alice Basso

Il morso della vipera è la nuova creazione di Alice Basso, pubblicato dalla casa editrice Garzanti.

Alice Basso è una scrittrice conosciuta dal pubblico di lettori italiani per aver inventato la splendida protagonista di una serie avvincente. Vani Sarca è tra i personaggi più ironici e sfaccettati degli ultimi anni delle mie letture.

Dopo il successo del romanzo L’imprevedibile piano della scrittrice senza nome e il bellissimo Scrivere è un mestiere pericoloso Alice Basso torna in libreria.

Torna alla grande, con un nuovo indimenticabile personaggio, forte, bella e arguta, una ragazza che si mette in gioco.

Scettica inizialmente per dover affrontare un personaggio nuovo, dopo l’amore indiscusso per Vani Sarca, mi sono ricreduta da subito. La storia è geniale nella sua ideazione, ispirata a verità e con ottime riflessioni che conseguono alla conoscenza della realtà.

Recensione libro Il morso della vipera di Alice Basso

La bellissima e svogliata Anita non ha grandi aspirazioni nella vita, quindi quando un ragazzo di buona famiglia le fa la proposta di matrimonio dovrebbe accettare senza neppure pensarci. Invece lei è diversa dalle altre. Quando il bel Corrado la chiede in moglie, lei dice di voler prima lavorare. Almeno per un anno.

A qualcuno potrebbe sembrare un azzardo, siamo a Torino negli anni del Fascismo, Mussolini censura, controlla, reprime e una donna dovrebbe solo essere una brava moglie. Ma lei non vuole essere solo quello, non vuole solo avere sei figli, come desidera Corrado, così decide di provare a vivere davvero.

Certo, non si è mai impegnata nello studio e sono tante le cose che non sa, ma di una cosa è sicura: vuole lavorare. Ecco che chiede aiuto alla sua migliore amica, Clara, e all’insegnante che l’ha già salvata dalla mediocrità. Con loro si mette alla ricerca di un lavoro.

Usando i suoi scarsi studi da dattilografa e consigliata dalla sua ex insegnante, si presenta per un colloquio a Saturnalia, una rivista che pubblica racconti gialli tradotti dall’americano. I racconti devono esaltare i valori del fascismo, avere come cattivi sempre gli stranieri e far scoprire subito il colpevole al lettore.

Ci vuole un basso profilo per lavorare in quel posto e sono pochi a volere aspirare a quel mestiere. Basta la sua bellezza e un po’ di astuzia per essere assunta lì come dattilografa.

Anita dopo poco si lascerà coinvolgere da una storia da cui sarebbe meglio stare alla larga, che vede morti, traditori, doppiogiochisti, vittime e carnefici contendersi la scena.

Dovrà cercare di risolvere un giallo assieme al suo datore di lavoro rischiando di perdere il posto di lavoro e di venire incriminata. Ma quando una bella storia chiama, quando la vita diventa più avvincente di un romanzo lei c’è. E quando si può riscattare una sconfitta e sanare il dolore di una persona a cui nessuno crede, ma conosce la verità, Anita non può tirarsi indietro.

Ecco che la trama de Il morso della vipera è fatta e non c’è una sola frase in questo libro da cambiare. Ogni cosa è al suo posto e questo fa presagire che la nuova serie scritta da Alice Basso continui a piacere e a convincere i lettori.

Commento libro di Alice Basso

Un personaggio forte e incisivo, una trama avvincente, ricca di ispirazione, e una storia che si rifà alla Storia.

Il morso della vipera riesce a catturare il lettore come se fosse un thriller, nonostante sia un giallo abbastanza leggero.

Sono certa che amerete ogni personaggio di questo romanzo, anche i cattivi, anche chi è colpevole, perché ognuno è raccontato con passione, con cognizione, con sguardo attento.

E poi Anita vi conquisterà. Acuta, nonostante all’inizio del libro sembri un po’ stupidina, è riflessiva, divertente e audace. Anita Bo è una degna erede di Vani Sarca, anche se sono certa che quest’ultima mancherà a moltissimi lettori.

Libri consigliati da leggere di Alice Basso: La scrittrice del mistero, L’imprevedibile piano della scrittrice senza nome.

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.