Benzina
Benzina

Recensione Libro Il quaderno dell’amore perduto

I fantasmi devono per forza conoscere il nome dei vivi. Sanno un sacco di cose che noi ignoriamo.
Jimbo - Isis e la strategia del terrore
Recensione Libro Il quaderno dell’amore perduto

Prezzo: € 16,90

Di cosa parla Il quaderno dell’amore perduto di Valérie Perrin

Ho atteso troppo tempo per leggere Il quaderno dell’amore perduto di Valérie Perrin, credevo si trattasse di una storia banale di affetto, invece ho scoperto un intreccio di vite interessanti ed emozioni complesse.

Il quaderno dell’amore perduto è giustamente tra i vincitori del Festival Du Premier Roman De Chambery e candidato al Prix solidarité 2016 e al Prix Littéraire Lire Elire 2016. Ho trovato in questo romanzo tanta poesia e tenerezza, ma anche tanta verità che intristisce.

Justine ha il cuore lacerato dalla perdita dei genitori e non riesce a lasciarsi andare alle emozioni. Rifugge dalla vita lavorando tanto e chiudendosi in una realtà quasi fuori dal tempo: si occupa di anziani in una casa di riposo.

Non è facile stare a contatto con persone che non ricordano quasi nulla, o hanno memorie alterate; alcuni ospiti della casa di riposo sono violenti, altri totalmente assenti e la maggior parte di loro attende la domenica nella speranza che qualche familiare li vada a trovare.

Nonostante la vita si dimostri nel suo aspetto crudele tra le mura della residenza per anziani, Justine trova motivo di conforto alla monotonia e alla solitudine del suo tempo. Nella casa di riposo, infatti, vive Hélène, una donna il cui passato è stato segnato da un amore unico. La guerra però si è posta nel mezzo, allontanando i due innamorati, ma la speranza non si affievolisce malgrado lo scorrere degli anni.

Justine aspetta ogni giorno di doversi dedicare a Hélène per ascoltare la sua storia di passione e tormento, per vivere quell’amore raro che non può essere dimenticato. Justine sente un legame talmente forte con l’anziana e con la sua storia così intensa, che si sente quasi in dovere di prendersi cura di quei ricordi che il tempo non ha sbiadito, ma li cancellerà ben presto.

Oltre

Acquista un quaderno e riporta le frasi di Hélène… e questo scambio di emozioni tra le due porta la giovane donna a guardare il passato, il presente e il futuro con uno sguardo diverso, dall’interno, che la induce alla rinascita.

Sarà a questo punto della storia narrata nel libro Il quaderno dell’amore perduto che Justine incontra chi può abbattere le barriere che ha posto dinanzi al cuore e farla capitolare tra le sue braccia.

Riuscirà la protagonista del libro a innamorarsi e a lasciarsi andare all’amore senza paura o preconcetti?
Questa è solo una delle tante domande che il lettore si porrà leggendo il romanzo e lasciandosi coinvolgere dai tanti personaggi della storia, chi burbero, chi assente e chi dedicato completamente ai sentimenti e agli altri.

La bellezza de Il quaderno dell’amore perduto sta nella possibilità di guardare a ogni protagonista nella sua integrità, imparando da ognuno e capendo come gli anziani sappiano trasportare in un mondo magico fatto di esperienze, passioni e storie indimenticabili.

Negli ultimi anni spesso ritroviamo gli anziani tra i protagonisti dei libri, come se gli scrittori volessero rivalutare una figura che nella società è bistrattata. Gli anziani danno la speranza che manca ai giovani, mostrano un’esistenza ricca di momenti vissuti con coraggio e sono coloro che ancora tengono in piedi le famiglie, l’economia e le relazioni.

Tutto questo ho trovato fosse presente nel romanzo di Perrin, forte e commovente, delicato e intenso, in certi passaggi ironico, in altri doloroso, in ogni caso pieno di belle frasi.

Ecco alcune citazioni prese dal libro Il quaderno dell’amore perduto.

“Quel giorno, mi sono resa conto che è sufficiente toccarli, gli anziani, è sufficiente prendere loro la mano perché inizino a raccontare. Come quando si scava un buco nella sabbia, in riva al mare, e l’acqua risale in superficie.”

“Bisogna ascoltare sempre, subito, perché il silenzio non è mai troppo lontano.”

“Quando perdi la persona che amavi di più al mondo, la perdi di nuovo ogni giorno.”

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!