Recensione e trama libro “Il talento del cappellano” di Cristina Cassar Scalia

Citazione “Se una persona viene assassinata, intendo una persona normale, non un criminale, al novantanove per cento il movente si trova lì: nel punto opaco, quello che nessuno conosce.”
Compra su amazon.it

“Il talento del cappellano” di Cristina Cassar Scalia: una nuova intrigante indagine di Vanina Guarrasi

“Il talento del cappellano” è l’ultimo giallo pubblicato da Einaudi nel 2021 della scrittrice Cristina Cassar Scalia. Il quinto per l’esattezza. Un altro caso ben ingarbugliato che il vicequestore Vanina Guarrasi deve risolvere.

Con il suo solito piglio da scrittrice matura e capace qual è, Cristina Cassar Scalia è in grado di rapire con le sue indagini. La trama è semplice, facile da seguire, ma intrecciata con grande maestria. E soprattutto i protagonisti sono curati nel modo in cui si presentano, tanto da risultare familiari dopo poche pagine, anche se non si sono letti i romanzi precedenti. Tra cui ricordiamo “Sabbia nera”, “La salita dei saponari” e “L’uomo del porto”.

Trama libro “Il talento del cappellano” di Cristina Cassar Scalia

Ne “Il talento del cappellano” avviene qualcosa di assolutamente folle. Un uomo vede un cadavere che pochi attimi dopo scompare all’interno di un vecchio albergo in cui si stanno effettuando dei lavori di ristrutturazione.

A distanza di poco viene rinvenuto il cadavere della prima vittima insieme a un’altra nel cimitero di Santo Stefano, luogo in cui abita Vanina. Nel cimitero è stata creata una messinscena meticolosa da parte dell’assassino che disponendo fiori e lumini intorno ai cadaveri ha voluto lasciare un messaggio preciso.

Sono giorno di festa, quelli, in cui si attende il Capodanno, ma non c’è motivo che tenga. Il vicequestore Vaninna Guarrasi si mette da subito sulle tracce dell’assassino, capendo che deve esiste una stretta correlazione tra le due vittime, di cui una è un prete.

Non è facile scoprire qualcosa che attesti il legame tra il prete e la donna ritrovati senza vita. Bisogna scavare a fondo nelle loro esistenze, fare le domande giuste, parlare con chi può sapere qualcosa per tirare le somme e far quadrare il tutto.

Come sempre per risolvere il caso non solo ci vuole il grande intuito di Vanina, che rincorre i criminali quasi ne andasse della sua vita, ma anche la bravura del suo team. E come nei casi precedenti, provvidenziale è l’aiuto del commissario Biagio Patanè ormai in pensione, che nonostante gli anni, la fatica e gli acciacchi non riesce a stare lontano dal commissariato.

Commento libro

“Il talento del cappellano” è un giallo assolutamente da leggere. Cristina Cassar Scalia assieme a Maurizio de Giovanni, sono di sicuro i giallisti più interessanti del panorama italiano. In grado di raccontare storie incredibilmente coinvolgenti, usando protagonisti di spessore e di profondità.

Questo ultimo romanzo di Cristina Cassar Scalia è senza dubbio tra i miei preferiti, al pari de “L’uomo del porto” di cui potete leggere nell’articolo I tre libri gialli più belli da leggere del 2021. Le sue storie entrano dentro e tengono impegnata la mente alla ricerca di indizi e soluzioni.

Condividi che fa bene

Recensione scritta da

Redazione - Recensione Libro.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.