Il volo dell’aquila di Patrizia Masci: recensione libro

Amarla, sì, ecco il dono più bello che ho mai ricevuto, la sensazione di sentirmi per la prima volta innamorato. Non temo più di legarmi a qualcuno, non voglio più belle donne tutto sesso e frivolezze. Ora ho una persona che mi fa sentire ad altezze estreme, realizzato pienamente, ancora più di ogni articolo giornalistico che possa mai scrivere.
Il volo dell’aquila di Patrizia Masci: recensione libro

Prezzo: € 15,90

Trama, recensione e commento libro Il volo dell’aquila di Patrizia Masci

Il volo dell’aquila di Patrizia Masci è un romanzo rosa deliziosamente condito da un pizzico di mistero e di avventura, nella splendida cornice di alcune delle città più belle del pianeta.

Da New York a Roma, passando per il Messico e la Svizzera, i protagonisti svelano lentamente ogni lato della propria personalità, che muta con il susseguirsi degli eventi, fino a dare la sensazione di trovarsi a leggere un romanzo di formazione.

Trama libro di Patrizia Masci

Paul è un giornalista inglese che lavora a New York e la sua vita è tutta feste, divertimento e belle donne. Valentina invece fa la traduttrice per una casa editrice romana e il suo fidanzamento le sta un po’ stretto.

Le loro vite in stallo vengono sconvolte da Teresa, una scrittrice amica di Paul, che li sprona a cambiare ciò di cui non sono soddisfatti. Dal preciso momento in cui i due protagonisti si incontrano scatta qualcosa nella loro testa e nel loro cuore.

Schivando proiettili e sopravvivendo ad attentati, i due riusciranno a incontrarsi di nuovo, circondati da amici di vecchia data e nuove conoscenze. Spiacevoli inconvenienti riportano alla mente tragici eventi passati ma la voglia di riscatto supera ogni ostacolo.

Un inaspettato colpo di scena mette a repentaglio la vita di Valentina, ma l’amore e l’eroismo di Paul e dei loro amici riporterà la serenità nella coppia con un tenero lieto fine.

Kant a Reggio

Commento libro Il volo dell’aquila di Patrizia Masci

Attraverso questo viaggio introspettivo nell’animo dei protagonisti, Patrizia Masci ricostruisce un efficace spaccato socio-culturale dell’Italia, sottolineando gli aspetti più critici, tra cui il razzismo e la violenza sulle donne.

È proprio dagli eventi più catastrofici però che si forgia il carattere e la forza di ognuno di noi. Superato l’aspetto tragico del momento, si può imparare tanto dall’essere riusciti a scampare alla morte.

Chiunque abbia affrontato momenti difficili nella sua vita, anche se di natura diversa rispetto a quelli trattati nel romanzo, può prendere spunto dalla voglia di cambiamento e di rinascita ispirata dai protagonisti della vicenda.

“Un giorno mi è successo un fatto grave che mi ha dato il coraggio di cambiare […] è stata la paura di morire a darmi la forza di fare questo e altri passi. Mi è passata davanti tutta la vita e mi sono in qualche modo risvegliata. Ho sentito che dovevo fare qualcosa di nuovo.”

Recensione libro di Martina Buchetti

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.