Trama e recensione libro “In bilico” di Francesca Venezia

Citazione “Avrei potuto scegliere di stare fermo per non cadere in fallo, oppure avrei potuto imparare ad amare l'instabilità, l'essere costantemente in bilico.”
Compra su amazon.it

“In bilico” di Francesca Venezia: un romanzo originale molto coinvolgente

Il sorriso prorompente di Easy e il fare uggioso di Connor aprono in forma spregiudicata le prime battute del romanzo di Francesca Venezia “In bilico”.

L’ambientazione è il luogo di lavoro, la redazione di un importante Post londinese.
Seduti alle loro rispettive scrivanie, concentrati davanti ai propri PC, elaborano i loro articoli: Easy Cooper esperta di arte, cultura e spettacolo.
Connor Davis, invece, è dedito a seguire gli avvenimenti più crudi e più cruenti di cronaca giudiziaria.
Due vite agli antipodi che, all’apparenza non hanno niente in comune, ma che si ritrovano a percorrere parte della loro vita mano nella mano.

L’originalità e l’interesse che la scrittrice Francesca Venezia mette nell’elaborazione del proprio racconto sta nel fatto che gli episodi narrati vengono sviscerati da diverse angolazioni. Per lo più Easy e Connor, ma anche dalle persone con le quali vengono in contatto, tipo: il cameriere del ristorante giapponese, poi Damien First l’ex fidanzato di Easy, oppure Ophelia la madre di Easy.

Una spumeggiante Easy, immersa totalmente nella vita mondana londinese sia per lavoro sia per la ricchezza della propria vita sociale, non ha nulla in comune con Davis, detto il Panda. Davis è un uomo schivo, sfuggente, solitario, che vive nella perenne paura di essere osservato, braccato e conosciuto dagli altri.

Eppure, sia Easy sia Davis si cercheranno, prima con degli sguardi furtivi e poi si troveranno in un bacio appassionato nel quale riusciranno a soffocare tutta la loro solitudine emotiva.
Easy, una prorompente quarantenne, che esce sempre sconfitta dalle proprie relazioni sentimentali. Connor, il cinquantenne schivo, – uomo-ombra che non vive la vita, che evita di frequentare gli stessi luoghi, le stesse persone per non sentirsi braccato, – conosciuto dalla gente.

Easy e Connor hanno conosciuto entrambi il dolore dell’abbandono.
Easy non ha mai visto suo padre e si sente un po’ vittima dell’esuberanza e del fare dirompente della madre Ophelia e Connor si è reso invisibile agli occhi del mondo a causa della morte prematura della sua piccola sorella.

Commento libro

Equivoci, gelosie e un modo diverso di scoprire e conoscere l’amore rendono romantico tutto il libro.
È un continuo sbocconcellare, confondersi e perdersi l’uno nella pelle dell’altro.
Connor, togliendosi gli occhiali, si affida e confida totalmente nelle scelte della sua amata Easy.

Connor, comportandosi così, non si rende più vulnerabile, ma si rivela forte perché amplifica fino all’ennesima potenza gli altri sensi.
“In bilico” è un romanzo bellissimo, originale, da leggere tutto d’un fiato.

Recensione libro di Concetta Padula

Condividi che fa bene

Recensione scritta da

Redazione - Recensione Libro.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.